Addio al marchio "Testarossa": la Ferrari perde i diritti sul nome

Un'azienda di giocattoli tedesca ha vinto sulla società di Maranello in una causa legale a Dusseldorf

Siamo stati abituati praticamente da sempre ad associare il termine “Testarossa” alla Ferrari per indicare la vettura prodotta tra il 1984 e il 1996, ma ora questo non sarà più possibile. La casa automobilistica italiana ha infatti perso i diritti sul nome in seguito alla causa vinta da un produttore di giocattoli tedesco. Non si può escludere comunque la decisione dell’azienda di Maranello di ricorrere in appello sulla decisione, anche se c’è il rischio che i giudici possano confermare la sentenza emessa in primo grado.

Un cambiamento storico

Gli appassionati di Ferrari dovranno dire addio a un’abitudine che abbiamo portato avanti per diversi anni: non sarà infatti più possibile utilizzare il termine “Testarossa” in riferimento alla vettura prodotta tra il 1984 e il 1996. La decisione nasce in seguito alla vittoria in una causa legale da parte di Auteg Ag, un’azienda tedesca che si occupa della produzione di modellini statici e macchinine radiocomandata, che aveva depositato in Tribunale proprio il brand “Testarossa”.

I vertici del “Cavallino” non hanno però accolto in modo positivo la decisione. Quanto accaduto a Dusseldorf, da sempre all’avanguardia in un ambito importante come quello dei diritti commerciali, potrebbe infatti essere un monito importante anche per altre situazioni simili che potrebbero emergere in futuro.

Le motivazioni dei giudici

Un portavoce del Tribunale ha voluto spiegare da cosa sia nata una sentenza destinata a fare storia: per garantirsi la tutela di un marchio è necessario utilizzarlo. In alternativa, si perdono i diritti. Nel caso della Ferrari la decisione dei giudici è stata quindi inevitabile e dettata dal mancato uso del termine “Testarossa”, almeno negli ultimi cinque anni.

La casa di Maranello, informata della causa legale in corso, aveva comunque provato a difendersi sottolineando di avere effettuato la manutenzione e sostituito i pezzi di ricambio a chi è in possesso di una Testarossa anche in quest’ultimo periodo.

L’episodio potrebbe avere però conseguenze rilevanti anche per altri marchi conosciuti. Proprio per questo è consigliabile non lasciare cadere nel dimenticatoio un marchio storico perché questo è tutelato legalmente solo se viene impiegato regolarmente.

Aggiungi un commento