Alfa Romeo Stelvio: tutte le indiscrezioni

Con l’arrivo della nuova Giulia, l’Alfa Romeo è ritornata prepotentemente nel mercato che conta attraverso una strategia di rilancio che prevede otto modelli in uscita entro l’anno 2020. Dopo, per…

alf2

Con l’arrivo della nuova Giulia, l’Alfa Romeo è ritornata prepotentemente nel mercato che conta attraverso una strategia di rilancio che prevede otto modelli in uscita entro l’anno 2020. Dopo, per l’appunto, la Giulia, il modello sfornato dalla casa del biscione dovrebbe essere lo Stelvio — stando ad indiscrezioni il nome non dovrebbe essere definitivo — che consisterebbe in SUV lungo ben 470 cm dalla stessa ciclistica del primo veicolo lanciato. Lo Stelvio occuperebbe quella fascia di mercato che si divide l’Audi Q5, il BMW X3 e la Mercedes GLC.

In commercio quando? L’Alfa Romeo Stelvio verrà ufficialmente presentata entro la fine di quest’anno e dovrebbe giungere nelle concessionarie nella prima metà del 2017, avvicinando di molto la casa madre all’obiettivo dichiarato di 400mila unità l’anno. Appassionati ed addetti al settore si scontrano arditamente sulla questione estetica. Secondo l’esperto Alessandro Masera, e la sua ricostruzione basata su un “leak” della rete, la Stelvio sarebbe dotata di una linea laterale molto slanciata e da vera macchina sportiva, molto simile alla Porsche Macan. Il retrotreno ricalchereibe i fanali della Giulia col suo andamento a V del paraurti, una soluzione che strizza l’occhio agli amanti dei viaggi in quanto consente una soglia di carico più bassa nella parte centrale permettendo l’inserimento dei bagagli più agevole.


Quadrifoglio XL. La Stelvio del 2017 riprenderà meccanica ed elasto-cinematica della Giulia, propulsori e cambi inclusi: i benzina macineranno tra i 200 e i 280 CV, il 2.2 diesel scaricherà fra i 150 e i 210 CV. Ultime voci di corridoio preannunciano perfino una versione sportiva, molto più cattiva, dotata di un motore da 2.9 litri V6, probabilmente depotenziato in favore di un’erogazione più potente nella coppia. L’ipotesi più probabile è che tale versione, denominata anch’essa Quadrifoglio, sarebbe offerta con la sola trazione posteriore a differenza delle altre opzioni di gamma, in cui sarà possibile la richiesta di trazione integrale. Insomma, pare proprio che la Stelvio Quadrifoglio posso sgomitare con forza tra la Porsche Mcan Turbo e la Mercedes-AMG GLC 63.

Aggiungi un commento