Una Tesla Roadster nello Spazio: la straordinaria impresa di Elon Mask Chilometrando
20 Oct 2018 | Aggiornato alle 01:06

Una Tesla Roadster nello Spazio: la straordinaria impresa di Elon Musk

Il fondatore della casa automobilistica e del progetto Space X è riuscito nel suo sogno

8 febbraio 2018 08/02/2018
Tesla Roadster

Tesla, specializzata nella produzione di veicoli elettrici, è certamente uno dei marchi che ama stupire maggiormente i consumatori e lo ha fatto anche recentemente intraprendendo un’avventura emozionante. La Roadster di Elon Musk, fondatore della casa automobilistica e del progetto spaziale Space X, è infatti stata spedita nello spazio insieme al razzo Falcon Heavy.

La partenza del razzo (Fonte ANSA)
La partenza del razzo (Fonte ANSA)

Un progetto ambizioso e fuori del comune

Il marchio Tesla, sin dalla sua nascita, è stato pensato per stupire e realizzare vetture fuori dall’ordinario. Il suo fondatore ha infatti pensato di specializzarsi nella produzione di veicoli elettrici ad alte prestazioni pensato per il mercato di massa. Questa volta Elon Musk ha però pensato di andare oltre: la società spaziale Space X ha infatti lanciato in direzione Marte il suo razzo Falcon Heavy insieme alla vettura personale dell’imprenditore, una Roadster.

Il lancio, accompagnato dalle note di “Life on Mars” di David Bowie, è avvenuto senza equipaggio dalla piattaforma del Kennedy Space Center di Cape Canaveral (Florida). Una location abituata ad ospitare missioni Apollo e poi adattata per lo Space Shuttle.

La Tesla Roadster nello Spazio (Foto: ANSA)

Uno spettacolo incredibile

Questo particolare viaggio è stato ovviamente controllato direttamente dalla Terra: gli addetti non sembravano credere ai loro occhi. Vedere sfrecciare nello Spazio una vettura così appariscente (il modello è rosso ciliegia) ha generato certamente un misto di emozione e meraviglia.

Davvero impressionante la velocità, pari a 11 chilometri al secondo, soprattutto in considerazione del peso non indifferente del mezzo (1,3 tonnellate). Al volante è possibile intravedere Starman, il manichino vestito da astronauta (altro omaggio a Bowie) con il sottofondo musicale di “Space Oddity“, giusto per restare in tema.

Il sogno di raggiungere Marte non potrà però essere realizzato. È infatti necessario rispettare le regole relative alla protezione planetaria, secondo cui non è possibile effettuare contaminazioni di alcun genere. La vettura riuscirà comunque a vedere da lontano il “Pianeta Rosso”: saranno infatti necessari almeno centinaia di migliaia di anni per provare a tentare l’impresa.

Foto immagine in evidenza: ANSA