Distratti dallo smartphone, ecco il semaforo a terra

Il crescente numero di incidenti stradali dovuti alla distrazione da smartphone ha motivato una decisione che potrebbe fare scuola

Lo smartphone, per ognuno di noi, è diventato un compagno di vita dalla quale è sempre più difficile separarsi. Le molteplici funzioni che questo oggetto offre sono capaci di tenerci incollati al suo piccolo schermo anche per svariate ore al giorno, talvolta anche nei momenti meno opportuni. Sebbene la maggior parte delle volte questo sia innocuo, il pericolo di distrarsi e provocare danni a sé o peggio ancora agli altri è elevato oltre ogni possibile soglia.

Camminare a testa bassa

Un esempio lampante di questo rischio risiede paradossalmente in un luogo in cui ogni pedone può sentirsi sicuro, i marciapiedi. Camminando lungo le vie pedonali a “testa bassa” può capitare di scontrarci altre persone o, ancor peggio, colpire qualche palo e causarci un antipatico ematoma. Tuttavia, il rischio diventa serissimo quando dai marciapiedi si passa alle strisce pedonali: senza l’attenzione dovuta il rischio può diventare una fatalità.

Un semaforo necessario

Per ovviare a questo problema, il comune di Bodegraven, una piccola municipalità nel sud del Paesi Bassi, ha deciso di installare una speciale estensione semaforica sulla soglia tra marciapiede e attraversamento. Questa è sincronizzata con il semaforo, permettendo anche ai più distraibili di non staccare gli occhi da terra, o meglio dallo smartphone. Per ora, l’unico semaforo “raso terra” è installato nei pressi di una scuola, nell’ambito di un progetto sperimentale: “Social media, giochi, WhatsApp e musica sono le principali fonti di distrazione nel traffico – ha affermato Kees Oskam assessore comunale di Bodegraven – Potremmo non essere in grado di cambiare questa tendenza, ma possiamo anticipare i problemi”. Nonostante la nobiltà del progetto, dall’associazione per la Sicurezza Stradale olandese trapela scetticismo: “Così si invoglia la gente a camminare indisturbata col cellulare”.

Il caso olandese non è tuttavia un’eccezione. Anche a Monaco di Baviera è avvenuta l’installazione di Led semaforici a terra, motivata dopo l’ennesimo incidente che ha coinvolto la distrazione da cellulare. Anche in Catalogna, a Cambrils, è stata presa una decisione simile: in questo caso sono le intere strisce a cambiare colore a seconda dello stato di attraversamento.

Aggiungi un commento