Assicurazioni, come proteggersi dai danni da piogge ed alluvioni Chilometrando
21 Nov 2018 | Aggiornato alle 20:08

Assicurazioni, come proteggersi dai danni da piogge ed alluvioni

Le piogge torrenziali che stanno attanagliando l’Italia rischiano di provocare ingenti danni economici per tutti i veicoli, ecco come prevenire le situazioni peggiori

5 novembre 2018 05/11/2018

Il maltempo che sta colpendo l’Italia in queste ore rischia di provocare seri danni economici a chi circola per le strade. L’enorme quantità d’acqua che si abbatte sui veicoli è una potenziale fonte di incidenti che può andare a scapito tanto dell’incolumità fisica del cittadino quanto del suo aspetto economico. Le assicurazioni obbligatorie, le RC auto, non coprono i danni causati dal maltempo, che resta dal canto suo una delle maggiori cause di danni a cose o persone relative ad incidenti stradali. Per assicurarsi da questi tipi di pericoli naturali, il titolare della vettura dovrà stipulare polizze aggiuntive.

Polizze aggiuntive per prevenire i danni

I danni da maltempo ed eventi naturali non rientrano nella classica copertura assicurativa. Tuttavia, spesso, sono una delle cause primarie di incidenti stradali, con relative perdite economiche. La tutela principale rivolta a difesa degli utenti stradali è un’apposita polizza aggiuntiva a quella obbligatoria che vada a coprire i sinistri dovuti al tempo atmosferico. Andando nello specifico, il cittadino che intende tutelarsi dovrà stipulare una polizza aggiuntiva “Eventi atmosferici” o “Eventi naturali”. Questa polizza copre i danni da grandine, tempeste, bufere, uragani. La polizza conterrà un elenco in cui saranno annotate le tipologie di eventi naturali dal quale ci si tutela. Quindi se una determinata fattispecie non è prevista dall’elenco non sarà previsto l’eventuale rimborso. Pertanto bisognerà controllare se all’interno della polizza siano previsti i danni per frane, valanghe, alluvioni, inondazioni, trombe d’aria, ghiaccio o neve. Nonché i danni da terremoto. Per applicare la polizza il cittadino che ha subìto il danno ha l’onere di provare che il fatto sia accaduto a causa di un evento naturale.

Udinetoday

Non tutte le assicurazioni coprono i danni atmosferici

Un altro tipo di assicurazione è la polizza Kasko, aggiuntiva a quella obbligatoria, che copre tutti i danni a prescindere dalla responsabilità del guidatore. Sono dunque assicurati gli incidenti con altri mezzi o il ribaltamento e l’uscita di strada. La polizza Kasko comprende anche i danni da maltempo ma non copre i danni causati da agenti atmosferici come grandine o alluvioni. Un’alternativa maggiormente economica all’onerosa Kasko è la polizza “Collisione”, che prevede il risarcimento per danni subiti a causa di urto o collisione con un altro veicolo di cui si conosce la targa.

Credits: Terzo binario news