Rieti, esplode distributore sulla Salaria: due vittime Chilometrando
11 Dec 2018 | Aggiornato alle 14:16

Rieti, esplode distributore sulla Salaria: due morti e 18 feriti

Determinante l'intervento dei vigili del fuoco: le cause sono ancora da accertare

5 dicembre 2018 05/12/2018
distributore

Momenti di vero terrore si sono vissuti oggi sulla via Salaria, in prossimità di Borgo Quinzio, nel Reatino, dove un distributore è improvvisamente esploso. L’episodio si è verificato all’altezza del chilometro 39 per cause che devono ancora essere identificate con certezza. Determinante si è rivelato l’intervento tempestivo sul posto dei vigili del fuoco per spegnere l’incendio che era nel frattempo divampato in breve tempo in un frangente della giornata in cui quella zona è spesso parecchio trafficata.

Confermate le vittime, salgono a 18 i feriti

Si è aggravato il bilancio delle persone rimaste feriti nella terribile esplosione di oggi sulla Salaria: sono saliti lentamente a 13 i feriti dell’esplosione mentre viene confermata invece la prima notizia che riportava del decesso di due persone. Si tratta di un vigile del fuoco e di un passante che in transito sulla Salaria si era fermato dopo esser stato incuriosito da quanto stava accadendo.

Esplosione in un distributore: coinvolti anche dei vigili 

L’intervento dei vigili del fuoco si è rivelato provvidenziale oggi poco dopo le ore 14 per domare le fiamme che erano scaturite da un distributore di benzina in direzione Roma, all’altezza di Borgo Quinzio, sulla via Salaria, esploso per cause che devono ancora essere accertate. Intervenuto poi anche il 118.

Tutta l’area è stata poi chiusa al traffico per permettere al personale medico di assistere chi si trovava sul posto. Il bilancio definitivo deve essere ancora accertato, ma al momento si parla di almeno due vittime. Una di queste, secondo quanto ha appreso l’Agi, era un vigile del fuoco che era impegnato nelle operazioni di spegnimento del primo incendio divampato sul posto.

Il bilancio delle vittime

A commentare l’accaduto è stato anche Antonio Mannoni, il questore di Rieti, che sottolinea quanto la situazione non sia da sottovalutare: “Posso confermare che il bilancio della tragedia è pesante. Due morti e dieci feriti. L’esplosione è partita da un’autocisterna che stava scaricando gpl nell’area di servizio – ha detto ai microfoni dell’ANSA -. Al momento i Vigili del fuoco stanno mettendo in sicurezza l’area e la cisterna, raffreddandola. Le vittime sono un pompiere e un civile che si trovava nei pressi del distributore ed è stato investito dall’esplosione”.