Stop ai diesel in città: a gennaio si parte da Milano, segue Bologna Chilometrando
20 Sep 2018 | Aggiornato alle 23:46

Stop ai diesel in città: a gennaio si parte da Milano, segue Bologna

Sono sempre più numerose le amministrazioni comunicali che decidono di limitare la circolazione ai veicoli a gasolio

29 giugno 2018 29/06/2018
diesel

Bando ai diesel. Sembra essere questo l’imperativo che si stanno prefiggendo non solo diverse case automobilistiche, intenzionate e interrompere a breve la produzione, ma anche molte amministrazioni locali. La prima città che si sta muovendo in questa direzione è Milano, che decreterà lo stop ai motori a gasolio fino agli Euro 3 a partire dal 21 gennaio 2019. Non ci si vuole però fermare qui: da ottobre toccherà agli Euro 4, mentre dal 2024 sarà impedita la circolazione agli Euro 5.

Milano in prima linea contro il diesel

Riuscire a diminuire l’impatto ambientale a beneficio della salute di tutti è ormai diventato fondamentale per tutte le case automobilistiche. Ormai da qualche tempo i nuovi modelli in arrivo sul mercato si caratterizzano per un basso livello di emissioni di CO2, ma allo stesso tempo con consumi ridotti. Nasce proprio con questo obiettivo il divieto alla circolazione dei veicoli diesel a Milano a partire dal 21 gennaio 2019. Inizialmente la limitazione riguarderà i veicoli Euro 3, per poi estendere il provvedimento da ottobre anche agli Euro 4. Dal 2024 il transito in città sarà vietato anche agli Euro 5.

A spiegare quanto il provvedimento sia ormai necessario è il sindaco del capoluogo lombardo, Beppe Sala: “La low emission zone sarà attiva ai confini della città, per cui da quella data non si potrà più entrare a Milano con i vecchi diesel, tranne il sabato e la domenica. È un passaggio delicato, ma che si deve fare“.

I cittadini saranno informati opportunamente della misura attraverso una specifica campagna di comunicazione in modo tale da non andare incontro a brutte sorprese quando ormai sarà troppo tardi. Le multe scatteranno già dalla data in cui entrerà in vigore la norma. Sarà predisposta anche una specifica segnaletica orizzontale. I controlli saranno effettuati grazie anche al supporto delle telecamere di Area C, oltre ai dispositivi mobili in dotazione alla polizia locale, in grado di leggere le targhe.

Area C è stato introdotto a Milano proprio per ridurre l’inquinamento (Foto: Corriere Milano)

Anche Bologna sulla stessa scia di Milano

Non c’è però solo Milano a muoversi con incisività per cercare di limitare il più possibile la circolazione dei diesel. Anche il Comune di Bologna, attraverso l’assessore alla Mobilità Irene Priolo, ha già vietato la circolazione dei veicoli commerciali dotati di propulsore a gasolio. A partire dal 2019 la misura sarà estesa a tutti i veicoli fino all’Euro 4.

Il blocco ai diesel punta a ridurre l’inquinamento (Foto: lanuovarcologia.it)

La decisione è stata presa anche in considerazione del parco vetture presenti attualmente sulle strade della città emiliana. Al momento, secondo gli ultimi riscontri, in centro si spostano quotidianamente 27 mila veicoli, di cui 12 mila a diesel e 15 mila a benzina. Il provvedimento nasce con l’obiettivo di eliminare a breve termine le vetture più inquinanti proprio per privilegiare la salute dei residenti.

 

Foto immagine in evidenza: Fotolia