Ana Carrasco entra nella storia: la prima donna a vincere un Gran Premio

Ana Carrasco, spagnola di Murcia, 23 anni. Ha conquistato il suo primo Gran Premio segnando un record epocale: è stata la prima donna a farlo, e in modo alquanto grandioso. Quote rosa portate in alto anche da Kiara Fontanesi, suo il quinto titolo femminile di Motocross al termine di una gara emozionate ed incerta

Il sole è alto a Portimao. Nel cuore dell’Algarve, la regione più meridionale del Portogallo, sul circuito destinato ad accogliere il rombo dei motori della Superbike, la 20enne Ana Carrasco è riuscita a imporsi nel Gran Premio della categoria Supersport 300. È un dato storico: nessuna donna mai, prima di lei, aveva vinto un GP in un mondiale velocità. A onor di stampa ci sarebbe da citare la finlandese Kirsi Kainulainen, a segno nel mondiale sidecar: la categoria è però un evento di nicchia, non di certo blasonata come quella del WorldSSP300,entry class della SBK analoga alla Moto3 del MotoGp. Moto3 dove peraltro la Carrasco aveva regolarmente corso nelle stagioni 2013-2015 in sella ad una KTM, collezionando solamente un 15esimo ed un ottavo posto nel primo anno.


carrasco4

Vittoria di misura

La vittoria della Carrasco è stata un successo sofferto e difficile, ottenuto dopo una lunga bagarre con i connazionali Marc Garcìa e Dani Valle. Il trio di testa si è continuamente scambiato le posizioni, esito di una lotta serrata e piena di colpi di scena. Garcìa e Valle occasionalmente evitavano di attaccarsi a vicenda, essendo compagni di squadra alla Halcourier MS Racing. A qualche giro dal termine ai tre si aggiungono Mika Pérez in rimonta e Alfonso Coppola, capace di insidiare Valle e andarsi a prendere un meritato podio. In uscita all’ultima curva sbuca prima Marc Garcìa sul rettilineo, ma la Carrasco è abile nel mettersi in scia di quest’ultimo, sfruttarne la portentosa accelerazione e beffarlo in volata per soli 53 millesimi.

Non solo Carrasco

A rappresentare le quote rosa in SSP300, oltre la Carrasco, c’è anche Avalon Biddle. Al momento anche in Moto3 vi è una piccola partecipazione con l’iberica Maria Herrera in forza alle KTM in Moto3, e qui attiva ininterrottamente dal 2013. Parlando di donne in sella non si può non citare la bella Kiara Fontanesi, classe 1994, che ieri è tornata al successo iridato conquistando il suo quinto campionato del mondo donne di Motocross dopo gli allori del quadriennio 2012-2015.

Kiara Fontanesi: un titolo clamoroso

La Fontanesi, fidanzata peraltro con lo Scott Redding della MotoGP, mix di esplosività, carisma e simpatia, si è imposta in gara1 dell’appuntamento francese a Villars sous Ecot. In gara2 serviva la gara della vita a fronte di una classifica mondiale accorciatissima. Kiara parte bene, mantenendosi terza dietro la Duncan e la Lancelot. La parmense 23enne però rimane impantanata nel fango, perde posizioni ed è costretta ad inseguire. Kiara spinge, rischia, e dalla sesta piazza rimonta fino al quarto posto. Inizia l’ultimo giro e il mondiale sembra cosa fatta per Nancy Van der Ven, in quel momento terza e matematicamente iridata: a poche curve dal traguardo, però, il colpo di scena. L’olandese si blocca in salita, la Fontanesi la infila e conclude terza. Ordine di arrivo: Duncan, Lancelot, Fontanesi, Van der Ven. Classifica piloti: Fontanesi campionessa a 233, Lancelot 232, Duncan e Van der Ven 231. Il cuore in gola per una gara folle ed un titolo dal sapore romantico. “Non so cosa dire, è stata una gara davvero difficile in cui ho provato semplicemente a sopravvivere… Sono senza parole!“Superba Kiara.

kiara1

Aggiungi un commento