BMW, ecco la moto del futuro che non cade mai

Si chiama BMW Motorrad Vision Next 100 l'ambizioso progetto della casa tedesca, al momento solamente un concept. Nata per celebrare il vicino centenario dell'azienda, la Vision esce dalla scia dell'omonimo prototipo…

Si chiama BMW Motorrad Vision Next 100 l’ambizioso progetto della casa tedesca, al momento solamente un concept. Nata per celebrare il vicino centenario dell’azienda, la Vision esce dalla scia dell’omonimo prototipo a quattro ruote munito di autopilot, e s’invola nei sogni di tutti gli appassionati. Stando alle intenzioni di casa BMW la principale caratteristica della moto sarebbe la possibilità di guidarla senza casco siccome, sempre secondo i piani, il veicolo non cadrebbe in nessuna condizione di guida, proteggendo integralmente ed in ogni caso il pilota.

La parola del responsabile

I sistemi di assistenza intelligenti, attivi, manterranno automaticamente la motocicletta in equilibrio, sia durante la guida che quando è ferma. In determinate situazioni di guida, i sistemi potranno conferire maggiore stabilità e assicurare un livello di sicurezza superiore: non sarà più possibile cadere dalla moto“, ha detto Edgar Heinrich, responsabile del design Motorrad per BMW, ai microfoni di Tom’s Hardware.


Le caratteristiche

Ma il sofisticatissimo sistema di autobilanciamento non è l’unica feature di questa moto del futuro. La Motorrad Vision Next 100 dovrebbe montare anche un motore boxer ad emissioni zero: un powertrain nato appositamente per pulsare nei meandri di un particolare telaio triangolare denominato Flexframe. La struttura di questo chassis permetterebbe di sterzare e compiere manovre senza la necessità di integrare gli snodi che oggi costituiscono lo standard. Insomma: muovendo il manubrio la forma dell’intero telaio cambierebbe, potendo così cambiare direzione.

Materiali futuristici e non solo

Livrea, sella, parte superiore del telaio ed alcune soluzioni sono in fibra di carbonio. L’elastocinematica è totalmente all’avanguardia, con i pneumatici che integrano l’azione degli ammortizzatori: il loro profilo variabile è concepito per adattarsi alle particolarità di un fondo stradale eterogeneo e sconnesso. Come si può notare dalle immagin, però, il casco non è la sola cosa che la Motorrad Vision Next 100 consentirà di fare a meno. Manca, infatti, anche qualsiasi strumentazione di bordo o di infotainment. Le informazioni utili, infatti, saranno comunicate in modo del tutto innovativo al pilota e, quando necessarie, saranno visualizzate sul visore che il pilota indosserà a mo di smart glasses.

Oltre il mezzo

 

Moto e abbigliamento sviluppato appositamente formano un’unità funzionale che supporterà il pilota, come un accompagnatore digitale, con informazioni e, se necessario, intervenendo attivamente”, spiega sempre Heinrich. “Al centro dell’attenzione vi sarà l’esperienza di guida. Per questo motivo l’accompagnatore digitale è riservato: è sempre attivo, ma agisce in secondo piano, senza farsi notare“.

bmw2

Aggiungi un commento