24 Apr 2019 | Aggiornato alle 10:28

Multa, per errore paga 100 volte più del dovuto ma nessun rimborso

La disavventura è capitata a un uomo napoletano per un'infrazione commessa con lo scooter: tutta colpa di una virgola

4 febbraio 2019 04/02/2019
multa

Pagare una multa rappresenta spesso una scocciatura non da poco perché ci costringe a sostenere una spesa imprevista, spesso non di poco conto. Nel caso di Alfredo Barbatelli, un motociclista napoletano reo di avere commesso un’irregolarità mentre si stava spostando con il suo scooter, la situazione è stata invece ben diversa: l’uomo avrebbe infatti dovuto versare un importo decisamente esiguo, pari a 28,70 euro, ma per errore ne ha pagati ben 2.870. Pur essendo passato ormai un anno, il centauro non ha ancora ricevuto alcun rimborso.

Un errore pagato a caro prezzo

Avere un debito, anche di piccolo importo, non è certamente piacevole, ma nonostante le difficoltà economiche con cui si trovano a convivere diversi italiani si cerca di fare il possibile per regolarizzare la propria situazione. La situazione che ormai da più di un anno si trova a vivere Alfredo Barbatelli, un centauro napoletano, è invece davvero paradossale.

L’uomo nel febbraio 2018 si è infatti trovato a pagare una contravvenzione per un’irregolarità commessa mentre si stava spostando con il suo scooter, ma si è mosso in modo tempestivo per pagare. Una posizione sbagliata di una virgola lo ha portato però a versare 100 volte in più rispetto a quanto era richiesto: 2.870 euro invece di 28,70 euro.

La multa è arrivata per un’infrazione commessa con lo scooter 

In breve tempo è stato lui stesso a rendersi conto dell’errore e a richiedere il rimborso al Comune di Napoli. Almeno per ora, nessuno ha provato a sistemare il credito nei confronti del centauro e questo non può che innervosire il malcapitato: “Già la multa mi aveva parecchio innervosito. Ero in piazza Vanvitelli, dove i vigili sono particolarmente intransigenti e mi elevarono un verbale perché parcheggiai lo scooter poco fuori le strisce bianche. In realtà ricordo che proprio a loro avevo chiesto se potevo parcheggiare così e per questo mi innervosii un bel po’ – ha raccontato al quotidiano Il Mattino -. Un paio di giorni dopo il pagamento della multa, andando a vedere l’estratto conto della banca, notai che era stato emesso un pagamento di 2.870 euro. Fu la mia banca a dirmi che i soldi erano stati versati sul conto corrente del Comune di Napoli per il pagamento delle Multe“.

Non resta che attendere

Ottenere la differenza non dovuta si sta rivelando però tutt’altro che semplice. La burocrazia da rispettare in condizioni simili è decisamente rigida e questo non può che causare amarezza. Per far sì che il Comune effettui una spesa è infatti necessario che ci sia la liquidità necessaria e, se questo non si verifica, i tempi slittano in modo inesorabile.

L’auspicio del povero Alfredo è che la situazione possa presto risolversi così come lui è stato tanto ligio nel saldare il suo debito.

multa