Walter Castrogiovanni: una passione da 110 e lode

Il 22enne siciliano Walter Castrogiovanni ha conseguito la laurea in disegno industriale presso l'Università di Palermo con una tesi davvero particolare

Walter Castrogiovanni, 22enne di Canneto, frazione di Lipari, ha presentato un’insolita ed incredibile tesi per il conseguimento della laurea in disegno industriale presso l’Università di Palermo. Lo studente infatti ha costruito una motocicletta completamente da solo, stupendo la commissione d’esame e laureandosi con 110 e lode.

La passione

Walter Castrogiovanni fin da piccolo ha sempre avuto la passione per i motori e crescendo ha maturato anche la passione per il disegno. Così, dopo il diploma scientifico, decide di proseguire gli studi iscrivendosi alla facoltà di disegno industriale presso l’Università di Palermo. Dopo aver conseguito con successo e interesse gli esami, riesce a laurearsi in tre anni esatti. Poi il ragazzo decide di sorprendere tutti per la sua laurea, relatore incluso, presentando come tesi la progettazione e costruzione di una moto. Walter Castrogiovanni, dopo aver lavorato da solo all’ambizioso progetto “Valchiria”, questo il nome scelto per la moto, riesce a conseguire la laurea con 110 e lode. Valchiria è un prototipo di moto non omologata per l’utilizzo su strada, di color rosso fiammante, è pluriconfigurabile ed è stata progettata grazie a tecniche all’avanguardia, fra cui la modellazione 3D.


Il progetto

Walter Castrogiovanni ha fortemente creduto nel suo progetto, durato ben due anni e mezzo, e finalmente dopo tanto impegno e molti sacrifici, arrivano le prime soddisfazioni per lui. Il giovane talento siciliano è pronto a registrare il brevetto della sua motocicletta, la quale monta un motore bicilindrico Ducati da 600cc, ed afferma che: “Il mio progetto è rivolto alle case produttrici per creare modelli con telai diversi per soddisfare le varie esigenze della clientela”. Il telaio di Valchiria non ha il cannotto di sterzo e può contare su una sospensione anteriore a parallelogramma, in questo modo è possibile utilizzare una forcella rigida con sospensione connessa, così una qualsiasi casa produttrice potrebbe settare la lunghezza dei bracci della sospensione modificando così l’assetto.

Il futuro

Dopo il successo della tesi per Walter Castrogiovanni è arrivato il momento di pensare al futuro, il giovane talento siciliano sogna di conseguire un master di specializzazione, ma per farlo dovrà abbandonare la sua adorata terra. Confessa di aver ricevuto molte proposte lavorative, ma è ancora in attesa di quella giusta.“Il mio sogno sarebbe quello di commercializzare un prodotto con delle caratteristiche uniche per una clientela d’elite – spiega a MeridioNews – Spero di realizzarlo e magari di poter tornare a lavorare nella mia terra”.

Progetto-senza-titolo-23

Aggiungi un commento