Alonso, la Formula Uno non basta più: nel 2018 in gara alla 24 Ore di Le Mans

Lo spagnolo sogna di conquistare la Triple Crown, obiettivo raggiunto finora solo dal britannico Graham Hill

Sin dall’inizio della sua carriera Fernando Alonso ha sempre amato gareggiare e mettersi alla prova per raggiungere traguardi sempre più importanti e continua a farlo anche ora a quasi 36 anni. Il pilota, secondo alcune indiscrezioni diffuse dalla stampa spagnola, si appresterebbe infatti a correre la 24 Ore di Le Mans nel 2018. Il prossimo 28 maggio lo vedremo invece in corsa per la 500 Miglia di Indianapolis.

Il Circus non basta più

Fernando Alonso, campione del mondo di Formula Uno nel 2005 e nel 2006, sembra essere intenzionato a guardare oltre. La sua McLaren, infatti, quasi sicuramente non gli consentirà di lottare per la conquista del titolo mondiale ed è così pronto a mettersi alla prova in altri ambiti. Solo pochi giorni fa, infatti, è stata ufficializzata la sua presenza alla 500 Miglia di Indianapolis, in programma il prossimo 28 maggio, ma questo potrebbe non essere l’unico impegno extra.

Secondo le indiscrezioni diffuse dal quotidiano spagnolo Marca, lo spagnolo nel 2018 potrebbe essere ai nastri di partenza della 24 Ore di Le Mans. La manifestazione francese ha sempre un fascino particolare per ogni pilota e lo spagnolo non è da meno. Il “samurai” già nel 2015 aveva provato a partecipare alla corsa, ma aveva trovato l’opposizione di Ron Dennis, allora presidente della McLaren e poco propenso a favorire la Porsche.

L’arrivo nella scuderia britannica di Zak Brown ed Eric Poullier darebbe la possibilità all’ex Ferrarista di realizzare il suo sogno.

La Triple Crown è il nuovo obiettivo

In occasione dell’ufficializzazione della sua partecipazione alla 500 Miglia di Indianapolis, Alonso aveva rivelato un suo desiderio nascosto: “Ho sempre detto che vorrei ottenere la Triple Crown”. Se l’indiscrezione relativa alla 24 Ore di Le Mans venisse confermata, l’obiettivo sarebbe davvero a portata di mano.

La Triple Crown o “Tripla Corona” è infatti il riconoscimento statistico che viene assegnato a chi vince il Gran Premio di Montecarlo (o il campionato di Formula 1), la 500 Miglia di Indianapolis e la 24 Ore di Le Mans. Un’impresa certamente non semplice, riuscita finora solo a Graham Hill, che ha conquistato due campionati del mondo di F1, la gara americana nel 1966 e quella francese nel 1970.

Aggiungi un commento