Casey Stoner papà per la seconda volta: è nata Caleya Maria

Adriana, la moglie dell'australiano, ha dato alla luce la bimba il 6 ottobre: i due hanno già una figlia, nata a febbraio 2012

Momento di grande felicità sul piano privato per Casey Stoner, due volte campione del mondo in MotoGp e oggi collaudatore Ducati: l’australiano è infatti diventato papà per la seconda volta di una bambina. La moglie Adriana ha dato alla luce Caleya Maria. La piccola arriva a fare compagnia ad Alessandra Maria, nata nel febbraio 2012. L’annuncio è stato dato dall’ex pilota attraverso il suo profilo Facebook.

Un nuovo fiocco rosa a casa Stoner

Casey Stoner e la moglie Adriana hanno annunciato di essere diventati genitori per la seconda volta. La coppia ha deciso di condividere questo momento felice con le tantissime persone che seguono il due volte campione del mondo di MotoGp con uno scatto pubblicato sul suo profilo Facebook dove sono ritratti la consorte dell’australiano e la neonata.


Alla bimba è stato dato il nome di Caleya Maria. “Vorrei presentarvi mia figlia, Caleya Maria Stoner, nata il 6/10/17 alle 1:30 pm, pesa 2,605 kg – ha scritto l’ex pilota sul popolare social network –. Sia la mamma che lei stanno alla grande”. Già nel mese di marzo l’ex ducatista aveva rivelato il lieto evento ormai prossimo con l’hashtag #ottobre2017, riferito al momento in cui sarebbe avvenuta la nascita.

Un’unione solida lunga più di un decennio

Il primo incontro tra Casey e Adriana risale al 2003. I due hanno poi deciso di convolare a nozze il 6 gennaio 2017. Il matrimonio è stato suggellato il 16 febbraio 2012 dall’arrivo della loro prima figlia, Alessandra Maria, nata proprio lo stesso giorno di Valentino Rossi. Una coincidenza davvero particolare: proprio pochi giorni prima del lieto evento l’australiano era stato protagonista di uno scambio di battute piuttosto acceso su Twitter con il pesarese.

I due non hanno mai nascosto la loro “rivalità”, partita nella gara di Jerez de la Frontera in cui il numero 46 aveva spinto fuori Stoner, allora in sella alla Honda e vicino alla conquista del titolo di campione del mondo.

Aggiungi un commento