Formula 1, la FIA proibisce i rabbocchi dell’olio durante le sessioni di qualifica Chilometrando
22 Oct 2018 | Aggiornato alle 07:15

Formula 1, la FIA proibisce i rabbocchi dell’olio durante le sessioni di qualifica

Senza accennare a eventuali illeciti, la FIA pubblica un'ulteriore delibera sulla questione relativa all'olio

14 maggio 2018 14/05/2018
Formula 1, la FIA proibisce i rabbocchi dell’olio durante le sessioni di qualifica

È appena terminato il weekend della quinta tappa di Formula 1, e in quel di Montmelò è ufficialmente entrato in vigore quello che risulta essere un importante e ulteriore divieto dettato dalla FIA: a tutte le scuderie è proibito qualsiasi tipo di rabbocco dell’olio durante tutte e tre le sessioni di qualifica.

La direttiva della FIA

Dal Gran Premio di Spagna, i team sono obbligati a rispettare una nuova regola. Come anticipato, sua maestà FIA ha vietato ai team qualsiasi rabbocco di olio durante la qualifica attraverso una nota emessa dal suo nuovo membro dello staff tecnico Nikolas Tombazis (ex Ferrari). In dettaglio la Federazione Italiana dell’Automobile include nel divieto tutte e tre le sessioni di qualifica, cioè quelle che valgono per i tempi che permettono di comporre la griglia di partenza dei vari gran premi.

Formula 1, la FIA proibisce i rabbocchi dell’olio durante le sessioni di qualifica
Credits: Espncdn.com

Le ragioni del divieto

Al riguardo la FIA è stata piuttosto chiara: i motivi che hanno spinto i dirigenti a emettere tale veto non nascerebbero da illeciti di qualche scuderia in particolare. Considerando tuttavia la necessità di emanare tale provvedimento c’è motivo di pensare che qualche segnalazione specifica ci sia stata. E considerando pure i precedenti sempre relativi al particolare argomento, ad esempio quando Charlie Whiting controbatteva alle lamentele di Christian Horner sulla questione relativa all’olio bruciato, con quest’ultimo provvedimento pare che la Federazione voglia definitivamente mettere a tacere ulteriori problemi sul nascere.

In ricordo del “j’accuse”

Nonostante quanto sottolineato dalla FIA, la questione non può non far tornare alla memoria ciò che avvenne lo scorso anno con Mercedes. In quell’occasione i team incolpavano quest’ultima scuderia di fare un uso improprio dei lubrificanti che, secondo le accuse, venivano utilizzati  per aumentare la potenza del motore.

Di qui la decisione della FIA presa appena prima del Gran Premio di Monza di limitare il picco dell’olio da 1,2 a 0,9 per 100 kg, limite poi abbassatosi ulteriormente a 0,6 per 100 kg con l’introduzione del nuovo regolamento entrato in vigore quest’anno per evitare qualsiasi furbata da parte dei team.

Formula 1, la FIA proibisce i rabbocchi dell’olio durante le sessioni di qualifica
Credits: Espncdn.com