22 Feb 2019 | Aggiornato alle 19:10

Formula 1, Ricciardo? Ora la Red Bull non vuole farselo scappare

Dopo la vittoria di Monaco, il rinnovo del contratto dell'australiano è sempre più vicino

29 maggio 2018 29/05/2018
Formula 1, Ricciardo? Ora la Red Bull non vuole farselo scappare

La vittoria del Gran Premio di Monaco di Daniel Ricciardo ha significato molto per il rapporto con il proprio team. Il titolo mondiale ora non è più un miraggio e intanto Red Bull incomincia a parlare seriamente del rinnovo del contratto.

Ricciardo e il sogno del titolo

Nonostante i problemi riscontrati durante la gara, Daniel Ricciardo si è portato a casa una vittoria storica lasciandosi alle spalle un Vettel particolarmente agguerrito e un Hamilton che ha già avuto da ridire sulle difficoltà di superare nel tracciato cittadino. Intanto l’australiano se la gode e con una certa fierezza vede quei 38 punti che lo dividono dal fuggitivo britannico come un ostacolo non così insormontabile come poteva sembrare fino a qualche giorno fa.

E se la Red Bull fino all’inizio della stagione 2018 di Formula 1 aveva lasciato intuire una maggiore propensione nello scommettere su Max Verstappen, ora si rimescolano definitivamente le carte in gioco, segnale che già trapelava quando un certo Dietrich Mateshitz contattava telefonicamente Ricciardo dopo la pole di sabato.

Formula 1, Ricciardo? Ora la Red Bull non vuole farselo scappare
Daniel Ricciardo con Dietrich Mateshitz Credits: Redbull.com

Il rinnovo del contratto è sempre più vicino

A quella chiamata segue poi la vittoria di domenica, quindi le dichiarazioni del pilota australiano che, col sorriso sulle labbra, racconta alla stampa che: “Dopo la vittoria al GP della Cina e il bis di Monaco percepisco più amore e vicinanza da parte del team. Ho parlato con i piani alti della squadra e ho capito che mi vogliono con loro” ha dichiarato Daniel Ricciardo durante la conferenza stampa.

Le sue impressioni a caldo non possono essere che di appagamento e di reciprocità nei confronti di tale dichiarazione d’amore da parte di Red Bull arrivata dopo le malcelate avances di Ferrari e Mercedes. “È un bene, stiamo trattando sul rinnovo del contratto. Le due vittorie ottenute mi saranno di supporto nelle negoziazioni”, aggiunge l’australiano (con un po’ di malizia, forse). Staremo a vedere se la casa di Milton Keynes riuscirà davvero a tenersi stretto colui che ormai entra con tutto diritto nel terzetto dei piloti più interessanti del circus.

Formula 1, Ricciardo? Ora la Red Bull non vuole farselo scappare
Credits: Racefans.net