Ricciardo alla Renault, la Red Bull non comprende la scelta Chilometrando
22 Oct 2018 | Aggiornato alle 07:47

Ricciardo alla Renault, la Red Bull non comprende la scelta

Il team principal Chris Horner non nasconde lo stupore per la scelta del pilota australiano

9 agosto 2018 09/08/2018
Ricciardo

Pochi giorni fa Daniel Ricciardo ha stupito tutti quando ha annunciato quale sarebbe stato il suo futuro. Alcuni non potevano del tutto escludere il suo addio alla Red Bull, ma ben più sorprendente è stata la scelta di accasarsi alla Renault con un accordo biennale. Nei mesi passati, infatti, l’australiano aveva detto chiaramente di essere pronto a firmare “il contratto”, quindi con l’idea di fare un passo avanti in carriera non solo a livello economico. Anche la scuderia austriaca non si aspettava una decisione simile.

Una scelta inaspettata

Al termine di questa stagione Daniel Ricciardo concluderà la sua esperienza alla Red Bull per accasarsi alla Renault. Una decisione che ha colto in contropiede anche chi è abituato a lavorare a stretto contatto quotidianamene con il pilota australiano, che fino a qualche tempo fa sembrava essere corteggiato anche dalla Ferrari.

Tra i primi a essere stato colto di sorpresa c’è il team principal della scuderia austriaca, Christian Horner, uno dei primi a essere informato dal diretto interessato sul suo futuro: “Mi ha chiamato per dirmi che sarebbe andato alla Renault, e pensavo mi stesse mettendo un po’ di pressione, giusto prima delle vacanze – sono le parole del dirigente riportate da Motorsport.com -. Ma poi è diventato chiaro che quella era davvero la sua scelta, e a questo punto va rispettata. Penso che Daniel abbia preso la decisione finale dopo un lungo volo in America, ha deciso che voleva un cambiamento. Se ci limitiamo a valutare le ragioni razionali la sua scelta è difficile da capire, ma penso che Daniel voglia soprattutto affrontare una nuova sfida”.

Le trattative per il rinnovo tra Ricciardo e la Red Bull non sono andate a buon fine (Foto: Red Bull)

Le due parti avevano comunque provato ad arrivare a un accordo che avrebbe potuto soddisfare entrambe, ma poco prima della pausa estiva tutto è cambiato: “Abbiamo concesso a Daniel tutto ciò che voleva, ma non è stato abbastanza. Alla fine ci siamo anche detti disposti a stipulare un accordo di un solo anno, quindi sarebbe stato libero tra dodici mesi di poter accettare un’eventuale offerta di Ferrari o Mercedes. Ma probabilmente lo scenario è un po’ cambiato, e penso che abbia sentito bisogno di un cambiamento nella sua carriera. Ma potrebbe anche essere una scelta di cui pentirsi”.

Sarà davvero la mossa giusta?

Daniel Ricciardo alla sua ultima stagione in Red Bull (Foto: LAT Images)

Horner conosce bene Ricciardo e fatica ancora a comprendere cosa lo abbia spinto ad accettare la corte della Renault. Il team francese, dal canto suo, punta invece a ritornare ad alti livelli nel Circus e avrà probabilmente spinto su questo tasto per convincere Daniel.

Il rifiuto alla proposta di rinnovo sembra però ancora difficile da digerire per la scuderia: “Avrei potuto capire se la destinazione fosse stata Ferrari o Mercedes – ha concluso Horner – così credo che corra un rischio enorme considerando il punto della sua carriera in cui si trova. Vedremo, da parte nostra è stato un po’ come convincere una ragazza ad uscire con te, ma lei si dimostra reticente. Abbiamo provato di tutto, ma alla fine se il cuore non batte nella giusta direzione…c’è poco che si possa fare” – ha concluso Horner.

 

Foto immagine in evidenza: Motorsport.com