23 Apr 2019 | Aggiornato alle 12:23

Formula1, Kimi Raikkonen eletto miglior pilota in Finlandia

In virtù di un campionato che lo ha visto protagonista, Kimi Raikkonen è stato premiato in Finlandia come miglior pilota della stagione motoristica

14 gennaio 2019 14/01/2019

Kimi Raikkonen ha lasciato un’impronta indelebile nel cuore dei tifosi Ferrari, non solo per il titolo mondiale vinto nel 2007, che resta ad oggi l’ultimo sigillo iridato della rossa di Maranello, ma anche per la personalità del pilota finlandese. La stagione 2018 di “Iceman” ha entusiasmato per risultati e carisma, su tutti i 12 podi e la fantastica vittoria di Austin, che gli ha consentito di tornare sul gradino più alto del podio dopo ben 5 anni di assenza. Gli ottimi risultati ottenuti nella sua ultima stagione in rosso non sono passati inosservati, tanto da far vincere al neo pilota Sauber, il premio di miglior pilota della stagione motoristica.

Kimi Raikkonen vincitore per la quinta volta

Non tutti si aspettavano un 2018 da protagonista per Kimi Raikkonen. Invece l’ultimo anno del finlandese a bordo della monoposto italiana si è rivelato al di sopra delle aspettative. Non solo per la vittoria nel GP di Austin ma anche per uno straordinario terzo posto in classifica generale dietro solo al campione del mondo Lewis Hamilton ed al compagno di squadra Sebastian Vettel. Gli splendidi risultati ottenuti da “Iceman” gli hanno permesso di aggiudicarsi per la quinta volta il premio di miglior pilota della stagione motoristica. Il riconoscimento è stato ottenuto nella sua Finlandia, in occasione della serata di gala della Champions Night organizzata da AKK-Motorsport.

Credits: Pagina Facebook Scuderia Ferrari. Raikkonen trionfa ad Austin

Raikkonen pronto alla sua nuova sfida in Sauber

A ottobre, Kimi Raikkonen taglierà il traguardo delle 40 candeline, eppure la voglia di competere e di cercare nuove sfide continua a non mancare. Per la stagione 2019 lo attende la Sauber, scuderia dal buon potenziale ma ancora non in grado di lottare per le posizioni che contano. Il ruolo che il campione del mondo 2007 avrà all’interno del team non sarà solamente quello di prima punta, ma dovrà anche fare da mentore al compagno di squadra, il nostro Giovinazzi, alla sua prima stagione in F1. L’impresa è tra le più ardue della longeva carriera di “Iceman”, ma chissà che l’anno prossimo di questi tempi non possa nuovamente vincere il premio di miglior pilota dell’anno.

Credits: Pagina Facebook Scuderia Ferrari