GP Giappone: Ferrari, prove libere bagnate prove libere fortunate?

È la pioggia la vera protagonista di questa apertura del Gran Premio del Giappone. Vettel e Raikkonen si buttano e hanno buone sensazioni

Si è aperto ufficialmente il sipario sul 16esimo appuntamento del mondiale di Formula 1. Suzuka si potrebbe rivelare il giro di boa per la classifica piloti, mancando solo cinque gare al termine del campionato. Se Lewis Hamilton, attualmente primo con 34 punti di stacco, ha tutte le intenzioni di non lasciare spazio di manovra ai suoi avversari (nella conferenza stampa di apertura ha infatti dichiarato di voler “vincere tutte le gare“), Sebastian Vettel, reduce da un weekend malese difficile, si è dimostrato tuttavia il più veloce in questo primo giorno di libere.

Ferrari è la più veloce. O almeno così pare dalle prove libere dove Vettel ha realizzato il tempo migliore, 1:29.166, anche se nelle FP2 è stato Hamilton a dettare il ritmo.  “È stata una mattinata discreta – ha dichiarato Vettel – abbiamo cercato di fare quante più cose possibili ed è stato positivo l’aver potuto girare per avere una prima sensazione. Per ora le cose vanno secondo i programmi, ed è importante. Poi nel pomeriggio ci aspettavamo la pioggia e avremmo voluto girare di più, ma in questi casi non sai mai quanto rischiare con le gomme, per non sprecarle”. Poi ha aggiunto: “Non so se ho la macchina più forte, i risultati negli ultimi tempi non sono stati i migliori, ma siamo forti e abbiamo tutti i motivi per essere fiduciosi”.


Il meteo, un’incognita che potrebbe fare la differenza

La sessione delle prove libere è stata particolarmente condizionata dal maltempo e dalla pioggia. Anche se le previsioni parlano di un miglioramento per domenica, la pista umida e maggiormente insidiosa non ha aiutato i piloti. Raikkonen è stato il primo a provare con le gomme da bagnato, seguito poi dal compagno di squadra. “Abbiamo girato un po’ più di mattina perché ci aspettavamo condizioni difficili nel pomeriggio, quando con il bagnato ho fatto solo un giro di installazione – ha detto il finlandese – è andata abbastanza bene, ci siamo fatti un’idea della situazione ed è piuttosto positiva. Non so se le qualifiche saranno bagnate o meno, ma con qualsiasi condizione noi dovremmo essere capaci di fare del nostro meglio“. A chiusura di questa giornata, anche Vettel dichiara: “Non so che meteo ci sarà, ma se dovesse piovere credo che dovremo migliorare perché l’ultima volta non siamo stati così forti. In Malesia poi è andata un pochino meglio: spero che abbiamo imparato la lezione e che la macchina possa essere competitiva. Poi dipenderà da noi metterla nelle condizioni giuste per farla andare forte in ogni condizione”.

Aggiungi un commento