Kimi Raikkonen denunciato per violenza sessuale Chilometrando
17 Aug 2018 | Aggiornato alle 01:52

Kimi Raikkonen denunciato per violenza sessuale

La donna querelata dal pilota finlandese sporge, a sua volta, una denuncia per violenza sessuale uscendo definitivamente allo scoperto

1 giugno 2018 01/06/2018
Kimi Raikkonen denunciato per violenza sessuale

Per Kimi Raikkonen, la faccenda relativa alla recente denuncia per estorsione ai danni della donna canadese si aggrava. Quest’ultima ha infatti denunciato a sua volta il pilota dichiarandosi parte lesa di una presunta violenza sessuale che il ferrarista avrebbe compiuto due anni fa ed esce allo scoperto così: “Se Kimi vuole andare in guerra contro la verità, sono pronta”.

Vie legali per entrambe le parti

A poche ore dalla denuncia di Kimi Raikkonen ai danni della donna che, tramite social, gli avrebbe chiesto dei soldi per tacere su una presunta violenza sessuale (il pilota, secondo la ragazza, le avrebbe palpeggiato il seno) da lei subìta durante il periodo del GP del Canada del 2016, quest’ultima esce dall’ombra. Si chiama Cassandra Talula Dias-Greizis, ha 29 anni ed è di Montréal, sede presso la quale il 29 maggio ha sporto a sua volta una denuncia ai danni del ferrarista alla Polizia alla città canadese.

Kimi Raikkonen denunciato per violenza sessuale
Kimi Raikkonen al GP del Canada del 2016 Credits: Motorionline.it

Le dichiarazioni della giovane

Oltre alla scelta delle vie legali, la donna ha preferito dire la sua ai microfoni di Le Journal de Montreal, non palesando alcun timore ma dichiarando piuttosto le proprie ragioni: Kimi Raikkonen è un individuo che ha il supporto di tanti tifosi, un’industria come la Ferrari e una schiera di avvocati che gli proteggono le spalle. Se lui e i suoi intendono andare in guerra contro la verità, io sono pronta”.

E per quanto riguarda l’accusa sporta dal ferrarista nei suoi confronti, la giovane canadese non ha smentito né confermato alcunché, sebbene abbia accennato alla sua volontà di chiarire direttamente con lui, desiderio ormai non più realizzabile, naturalmente: “Non importa se chiedo un milione o due miliardi, non c’è prezzo per riparare ciò che ha fatto. Se avessi denunciato il fatto alla polizia sapevo che i media ne avrebbero parlato” e sottolineaVolevo gestire la cosa faccia a faccia con Raikkonen”.

Kimi Raikkonen denunciato per violenza sessuale
Credits: Formula1.com

Nessun commento da parte di Raikkonen

Nonostante il peso delle dichiarazioni di Cassandra Talula Dias-Greizis, Raikkonen e i suoi hanno preferito per ora non rilasciare alcun commento diretto sulla situazione. L’unica replica è stata pronunciata da un portavoce dei legali di Kimi che, oltre a rinnegare in blocco ogni accusa, sottolinea ancora una volta l’esistenza di quella discutibile necessità della somma di denaro per risolvere la questione che ha spinto subito il pilota a optare per le vie legali.