Helmut Marko stronca le possibilità di Mick Schumacher: "Mai avuti contatti con lui" Chilometrando
21 Nov 2018 | Aggiornato alle 20:06

Helmut Marko stronca le possibilità di Mick Schumacher: “Mai avuti contatti con lui”

Il manager austriaco che gestisce il vivaio della Red Bull e Toro Rosso nega di aver avuto contatti con il giovane Schumacher per la prossima stagione.

13 settembre 2018 13/09/2018

La mattinata di ieri sembrava aver dato una svolta inaspettata al mercato piloti della Formula 1. I rumors parlavano infatti di un Mick Schumacher in trattativa per un sedile in Toro Rosso al fianco di Daniil Kvyat. Opportunità che il giovane tedesco si sta guadagnando nel campionato FIA F3 con il secondo posto in classifica, a 3 punti dal primo, e 6 vittorie nelle ultime 10 gare. Questi risultati hanno portato il figlio d’arte a ritrovarsi a soli 20 punti dalla Superlicenza FIA per correre nel massimo campionato.

Una porta sbattuta in faccia

Le notizie più recenti, come già detto precedentemente, hanno portato i nostalgici della Formula 1 a sognare il ritorno di un Schumacher nella massima serie. È infatti impossibile dimenticare per chiunque che ormai da 5 anni il sette volte campione del mondo è sparito dalle scene per via del terribile incidente occorsogli in Svizzera. A chiudere momentaneamente la porta in faccia a Schumacher e a tutti i nostalgici è stato Helmut Marko. Il manager della Red Bull, nonché organizzatore del vivaio del reparto motoristico, ha prontamente smentito i rumors. L’asutriaco, intervistato dal magazine tedesco Bild, ha infatti causticamente dichiarato: Non è nella nostra lista e non abbiamo mai avuto contatti con lui“.

Mick Schumacher in F3 (Foto:Autoappasionati.it)

 

Una crescita graduale

Le dichiarazioni del manager della Red Bull hanno poi a loro volta scatenato altre voci. Sembra infatti che il primo a non essere totalmente convinto dell’immediato passaggio in Formula 1 sia lo stesso Schumacher. Le sue intenzioni sembrano infatti puntare su almeno una stagione cuscinetto in Formula 2. Un passaggio però, difficile, considerando i pochi sedili liberi residui. L’unica possibilità per il tedesco è sfruttare l’amicizia con Nicolas Todt della ART. L’altra opzione è quella di spostarsi in GP3, che dal prossima anno diventerà Formula 3.

 

Mick Schumacher dopo una vittoria in F3 (Foto:Repubblica.it)