Il mercato piloti verso la chiusura, corsa all'oro per gli ultimi sedili liberi Chilometrando
21 Nov 2018 | Aggiornato alle 18:22

Il mercato piloti verso la chiusura, corsa all’oro per gli ultimi sedili disponibili

Dopo il consolidamento della situazione in Ferrari e Sauber, rimangono pochi i sedili a disposizione per i piloti liberi

12 settembre 2018 12/09/2018

La giornata di ieri rischia di diventare fondamentale non solo per i tifosi della Ferrari ma anche per il mercato piloti. Lo scambio di sedili tra la scuderia di Maranello e la Sauber ha infatti chiuso due importanti porte, lasciando coloro che erano interessati alla scuderia elvetica a bocca asciutta.

Toro Rosso e Williams ultime speranze di Formula 1

I piloti smaniosi di rimanere o arrivare in Formula 1 sono molti, ma i team con un sedile libero stanno diminuendo a vista d’occhio. Le uniche due squadre ancora sul mercato sono infatti la Toro Rosso e la Williams. Il team di Faenza si trova praticamente senza piloti, dopo il passaggio di Gasly in Red Bull. Sembra infatti che il team non sia intenzionatioa confermare Brandon Hartley, protagonista di una stagione deludente. Gli indiziati più papabili al momento sono due vecchie conoscenze del team, ovvero Daniil Kvyat e Sebastian Buemi. Entrambi i piloti sono però legati rispettivamente a due scuderie diverse, sebbene rumors suggeriscano un accordo pressoché raggiunto con entrambi. La Williams si trova invece in una situazione più delicata. L’acquisizione della Force India da parte di Lawrence Stroll, che ha segnato il passaggio del figlio alla stessa, ha privato il team di inglese di moltissimi fondi. Al momento in Williams cercano ancora “piloti paganti” come il russo Sirotkin che, con il suo bagaglio di 15 milioni, ha un posto assicurato nella prossima stagione.

La Toro Rosso (Foto:GranPrix247)

Piloti paganti

Il fenomeno dei campioni col portafoglio sta diventando sempre più presente in Formula 1. Oltre Stroll e Sirotkin anche Ocon rischia di rimanere appiedato. Il pilota francese, attualmente in Force India, è bloccato dal suo rapporto con la Mercedes. La casa di Stoccarda potrebbe però aprirgli un’opportunità. La Mercedes fornisce infatti i motori alla Williams, che potrebbe dietro tornaconto economico assicurare un posto al talentuoso francese. Un altro esempio di pilota pagante è poi Marcus Ericsson. Lo svedese in questi anni ha corso in Sauber grazie all’importante sponsor che lo accompagna, il quale aveva contribuito al salvataggio economico della stessa. L’arrivo di Raikkonen potrebbe però rendere superfluo il suo apporto, garantendo un posto ad Antonio Giovinazzi.

Marcus Ericsson (Foto:SkySport)