È morto Alberto Pagani, storico pilota della MV Agusta

Il mondo dei motori è costretto a un nuovo saluto. All'età di 79 anni, scompare Alberto Pagani, vice iridato dietro ad Agostini

Un altro pezzo di storia delle due ruote se ne va. È da poco stata comunicata la tragica notizia della morte di Alberto Pagani, grande pilota della MV Agusta e figlio del se non più famoso padre Nello. Pare che il vice-campione del mondo della classe 500 fosse in attesa di essere visitato, quando è stato colpito da un malore che non gli ha lasciato scampo. Aveva 79 anni e una carriera per chiunque invidiabile.

Alberto Pagani: un nome entrata nella storia

Pagani era nato a Milano nel 1938 e nel suo sangue non poteva non scorrere la passione per il motorsport. È infatti grazie all’appoggio del celebre padre Nello che la sua carriera comincia già nel 1956. Il suo approdo al campionato mondiale avviene nel 1959, dove comincia a conquistare i suoi primi punti iridati con la Ducati. Moltissimi però lo ricordano al fianco di Giacomo Agostini con la MV Agusta, con cui si piazzò secondo (proprio dietro Agostini) nel 1972. Dopodiché decise di ritirarsi dalle corse.

Il ricordo

Una persona dolcissima, domenica scorsa abbiamo pranzato insieme durante il raduno e passato in compagnia la domenica – ricorda il giornalista motoristico Enrico Minazzi  – Si rideva e si scherzava con Milani, con Tenconi e con Azzalin. Mai avrei pensato che potesse accadere una cosa del genere. Proprio domenica avevamo ricordato quando era stato vice campione del mondo. Siamo senza parole.

Le date del funerale non sono ancora note mentre in queste ore si sta svolgendo l’autopsia per definire le cause del decesso.

Aggiungi un commento