Nuovo infortunio per Pedrosa: operato per doppia frattura alla clavicola Chilometrando
20 Jan 2019 | Aggiornato alle 00:46

Nuovo infortunio per Pedrosa: operato per doppia frattura alla clavicola

Un piccolo sforzo unito all'osteoporosi di cui soffre lo spagnolo lo ha costretto all'intervento chirurgico

11 gennaio 2019 11/01/2019
Pedrosa

L’esperienza di Dani Pedrosa da pilota di MotoGp dove è stato una delle colonne della Honda si è ormai conclusa, ma lo spagnolo ha deciso di non abbandonare completamente quello che è stato per anni il suo mondo e ha accettato l’offerta della KTM che gli ha proposto un incarico da collaudatore. In attesa di mettersi alla prova in questo nuovo ruolo lo spagnolo ha però dovuto affrontare l’ennesimo imprevisto: il 33enne ha infatti dovuto sottoporsi a un intervento alla clavicola destra per una doppia frattura.

La sfortuna perseguita Dani

La professionalità e la determinazione di Dani Pedrosa sono state sempre riconosciute in tutta la sua carriera, ma una serie infinita di infortuni gli ha impedito di togliersi maggiori soddisfazioni. Nemmeno ora che ha deciso di porre fine alla sua esperienza in MotoGp le cose sembrano però andare meglio. Il tre volte campione del mondo e MotoGP Legend è stato infatti costretto a sottoporsi a un intervento chirurgico per ridurre una doppia frattura alla clavicola destra.

Non può che fare sensazione però la modalità con cui lo spagnolo si è procurato questo ennesimo problema fisica. In base a quanto riportato, infatti, tutto sarebbe da addebitare a uno sforzo che ha finito per danneggiare la spalla, una zona del suo corpo dove lui soffre di una leggera osteoporosi, conseguenza proprio di quanto subìto in passato.

In sala operatoria è comunque andato tutto per il meglio ed è lo stesso centauro di Sabadell a rassicurare tutti in una nota ufficiale: “Ho avuto inaspettatamente una doppia frattura da stress nella clavicola destra, solo per un gesto di forza. Negli anni ho avuto diverse fratture in quell’area e l’ultima volta è stata in tre parti, con quella centrale che non ha abbastanza flusso di sangue e ha creato osteoporosi. Serve quindi una soluzione efficace per rigenerare l’osso e ottenere un recupero adeguato e totale delle ossa“.

Test rimandati

A questo punto, in considerazione della rilevanza che occupa la spalla per ogni motociclista, Pedrosa sarà costretto a seguire un preciso programma di riabilitazione per tornare in perfetta forma. Questo inevitabilmente gli impedirà di prendere parte regolarmente ai test in programma il prossimo febbraio con la KTM.

Nonostante questo ennesimo intoppo, lui non ha comunque intenzione di arrendersi: “Mi dispiace per questa situazione e ringrazio la KTM per il suo grande sostegno alla mia piena guarigione: siamo entusiasti del lavoro che stiamo facendo ed è per questo che voglio essere fisicamente nelle migliori condizioni per questo compito. Per me la sfida non si ferma” – ha concluso.

L’omaggio di Honda a Dani Pedrosa in occasione della sua ultima gara (Foto: Instagram)

Foto immagine in evidenza: Twitter