Suzuki, Iannone spegne le voci: "La mia priorità è restare"

Il pilota abruzzese definisce semplici "chiacchiere" le voci su un suo ritorno in Ducati

I due podi ottenuti nelle ultime due gare, Austin e Jerez de la Frontera, sono serviti almeno in parte a smentire gli scettici che negli ultimi tempi non si sono risparmiati con le critiche nei confronti di Andrea Iannone. Le voci su un suo possibile addio alla Suzuki a fine stagione non si placano però nemmeno ora. Il pilota italiano ha però voluto rispedire al mittente ogni possibile indiscrezione sul suo futuro sottolineando di voler restare nel team giapponese.

Il mercato piloti è in fermento

La stagione 2018 in MotoGp è solo all’inizio, ma chi non è soddisfatto della propria situazione attuale o si trova con il contratto in scadenza sta già iniziando a guardarsi attorno. Tra i piloti con il futuro in bilico c’è Andrea Iannone, alla seconda stagione in Suzuki ma oggetto saltuariamente di diverse critiche. Un anno fa più volte non è riuscito nemmeno a portare a termine le gare e, più volte, in tanti lo hanno accusato di scarsa professionalità. La sua relazione con Belen Rodriguez era entrata nell’occhio del ciclone. Negli ultimi mesi la situazione sembra essere parzialmente cambiata (sono arrivati due podi nelle ultime due gare), ma questo potrebbe non bastare per guadagnarsi la permanenza. La presenza in Spagna dell’argentina e il conseguente terzo posto sono stati però emblematici.

Il suo pensiero, però, sembra essere diverso. Lui non sembra intenzionato a valutare altre offerte: “La mia priorità è restare in Suzuki, stiamo discutendo del nostro futuro” – ha detto ai microfoni di Sky Sport.

Andrea Iannone festeggia con la fidanzata Belen Rodriguez il podio in Spagna (Foto: Alessandro Giberti)



E la Ducati?

Le voci su un suo possibile ritorno in Ducati si fanno però più insistenti. A Borgo Panigale, infatti, la situazione di Dovizioso e Lorenzo è ancora da definire (nessuno dei due ha ancora rinnovato il contratto) e per molti la “Rossa” potrebbe essere la moto ideale per esaltare le doti dell’abruzzese.

Anche su questo il pilota ha però le idee chiare: “Bisogna avere delle proposte prima di valutare determinate situazioni, in questo momento sono solo chiacchiere. Per adesso mi godo la squadra che ho, vedremo cosa accadrà in futuro. Spero che riusciremo a continuare in questa direzione anche se non sarà così scontato. Sicuramente la cosa positiva è essere riusciti a reagire dopo un anno difficile”  ha concluso.

 

Foto immagine in evidenza: Motoblog.it