Rivalità Hamilton-Vettel, Horner: "Si odiano"

A metà della stagione di F1 la sfida tra Hamilton e Vettel si infiamma: la rivalità è solo su pista o va oltre?

Alla fine ne rimarrà solo uno. In ogni corsa, il primo posto spetta unicamente al migliore, ma non vi è alcun limite alle sfide, ai confronti, alle rivalità in vista del trionfo finale. La Formula 1 ne è un esempio illustre e durante la sua storia si sono create numerose rivalità di vertice, tra cui alcune passate alla storia come quella tra Prost e Senna, oppure quella più recente tra Michael Schumacher e Mika Hakkinen. Se rileggiamo più attentamente il passato della Formula 1 risulta lampante che ogni rivalità “simbolo” ha contraddistinto uno specifico periodo ed anche quello attuale non fa eccezione.

Hamilton e Vettel, una rivalità da campioni

Nel solco delle rivalità mitiche c’è anche quella presente tra Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Tra i due non sono mancate le schermaglie, sia dentro che fuori la pista, soprattutto in una stagione come questa dove il gap tra i due è ai minimi storici: solo 20 punti il distacco tra loro in classifica, sottile come la sopportazione reciproca. A Silverstone, Hamilton partirà favorito anche grazie al fattore casalingo, mentre Vettel, avvantaggiato dalla posizione di classifica, cercherà di attaccare come non mai anche nelle strategie. Di questa rivalità ha parlato anche Christian Horner, Team Principal della scuderia Red Bull, terza scuderia in classifica ma ben lontana dall’essere un’incomoda. “Seb e Lewis? In questo momento, si odiano – afferma Horner – Perché entrambi sanno che solo uno vincerà il titolo. Ci sono tutti gli ingredienti per assistere a una delle più grandi sfide nella storia della F1. Sono separati di pochissimo in classifica, ma nella vita sono totalmente diversi“. Horner, che grazie a Vettel ha vinto ben 4 campionati mondiali consecutivi, vive la sfida da spettatore, ma non si esime dal fornire un piccolo quadro caratteriale dei due contendenti: “Vettel rappresenta la precisione tedesca: lavora duro e tiene molto alla sua vita privata. Hamilton ha un talento naturale, è spumeggiante, quasi una rockstar. Spero che la loro rivalità si intensifichi nella seconda metà della stagione”.

Verso l’Iride

Le parole dei terzi servono a dipingere ogni rivalità che si rispetti. Tuttavia, solo le dichiarazioni dei coinvolti ne delineano il carattere. Silverstone sarà un appuntamento decisivo per comprendere al meglio chi di questa sfida sarà l’indiscutibile vincitore.

Aggiungi un commento