MotoGP, Valencia: pole a sorpresa di Maverick Vinales ma Valentino è 16° Chilometrando
11 Dec 2018 | Aggiornato alle 13:31

MotoGP, Valencia: pole a sorpresa di Maverick Vinales ma Valentino è 16esimo

Vinales centra la pole, Valentino non trova il setup sull'umido e Marquez si lussa la spalla ma, ritornando in sella, agguanta il quinto tempo

17 novembre 2018 17/11/2018

Yamaha che ride, Yamaha che piange. Maverick Vinales si prende la prima pole position dell’anno, la 17esima in carriera, sul tracciato Ricardo Tormo di Valencia. Fa specie, dall’altro lato del paddock, come invece Valentino Rossi abbia avuto grandi problemi di adattamento, incapace di superare la Q2 e, così, di andare oltre la 16esima posizione. Dalle retrovie sarà per lui complicato riemergere in quello che si prospetta un Gran Premio combattutissimo: oltre i top drivers, tra le prime file, sono in tanti gli outsider con serie possibilità di salire sul podio. Da Alex Rins su Suzuki, che scatterà dalla seconda casella a Danilo Petrucci su Ducati Pramac, quarto; da Pol Espargaro su Aprilia, sesta piazza, ad Andrea Iannone, settimo.

Andrea Dovizioso pronto a far bene

Un dato che dimostra efficacemente la cosa: i primi dieci piloti dello schieramento sono compressi in otto decimi, i primi cinque in poco più di un decimo di secondo. Ad aprire le chance di vittoria ad uno spettro più ampio di fenomeni è stato anche l’infortunio di Marc Marquez, incappato in una caduta che gli ha lussato la spalla che, nonostante questo, ha agguantato il quinto tempo a +0″130 dal miglior crono di Vinales a 1’31″312. In prima fila, come già detto, ci saranno Rins (+0″068) ed un brillante Andrea Dovizioso (+0″080), il favorito numero uno per la vittoria.

 

Non solo Rossi, nei guai anche Lorenzo

Seconda fila caratterizzata da Petrucci (+0″102), a sigillo di una Ducati a suo agio sul circuito iberico, quindi Marquez ed Espargaro (+0″265). Chiudono la top ten Iannone, Aleix Espargaro, Dani Pedrosa, all’ultimo appuntamento in MotoGP e Jack Miller. Da segnalare, oltre la debacle di Valentino, anche la pessima prestazione di Jorge Lorenzo, il quale non ha ancora del tutto recuperato l’infortunio al polso. Il maiorchino è riuscito comunque a classificarsi dinnanzi al Dottore: prenderà il via dalla 13esima posizione.