Un 2018 cruciale per FCA: si avvicina l’addio di Marchionne

FCA

Il 2018 è iniziato solo da pochi giorni, ma si preannuncia una fase davvero decisiva per le sorti di FCA. Il presidente Sergio Marchionne ha infatti già annunciato l’addio all’azienda, che avverrà ufficialmente una volta approvato il bilancio annuale, previsto a primavera 2019. Inevitabilmente, iniziano già a emergere i nomi dei possibili successori. I favoriti per l’ambita poltrona sembrano essere Alfredo Altavilla, responsabile Emea di FCA, il Chief Financial Officer Richard Palmer e il numero uno di Jeep Mike Manley.

Un calendario fitto di eventi

Sergio Marchionne, presidente di FCA, si prepara a vivere uno dei momenti cruciali della sua carriera.

A primavera 2019, una volta presentato il bilancio annuale 2018, il dirigente terminerà ufficialmente il suo mandato. Prima di concludere questa esperienza, iniziata 15 anni fa, il CEO avrà numerosi appuntamenti a cui rispondere in maniera positiva.

La prima data da segnare in rosso sul calendario sta per arrivare a breve, il 15 gennaio, giorno in cui si apre il Salone di Detroit. In questa occasione verrà presentato il nuovo Cherokee di Jeep. Si prosegue poi a marzo, con il Salone di Ginevra, e ad aprile, con l’assemblea, in programma nella sede di Amsterdam. Il momento clou è però previsto entro il primo semestre dell’anno con l’Investor Day, in cui saranno illustrati i momenti cardini del piano di impresa per il periodo 2018-2022.

Inizia un periodo cruciale in casa FCA (Foto: AP)

Il toto successore tiene già banco

Mancano ancora diversi mesi all’addio ufficiale di Marchionne a FCA, ma un’azienda così importante non può ovviamente farsi trovare impreparata e dovrà scegliere per tempo chi raccoglierà la sua eredità. Al momento i principali favoriti sono soprattutto quattro, tutti provenienti dal mondo FCA, come vorrebbero l’attuale CEO e John Elkann. I nomi più attendibili sembrano quelli di Alfredo Altavilla, a capo della divisione Emea di FCA, Richard Palmer, che ricopre la carica di CFO, Mike Manley, numero uno di Jeep, e il super manager Reid Bigland, cui fanno capo Alfa Romeo ed FCA Canada oltre alla direzione delle vendite in USA.

A sorpresa, nelle ultime ore è però emersa una candidatura inaspettata, quella dell”attuale Ad di CIR, Monica Mondardini. La donna al momento è una manager della holding della famiglia De Benedetti, che controlla anche il gruppo Gedi, cui fanno capo i giornali La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, il L’Espresso, oltre a una serie di altre testate locali e periodici.

 

Foto immagine in evidenza: Getty Images

Pubblicità

Potrebbe interessarti