accise benzina

Gli automobilisti si trovano a dover a che fare periodicamente, soprattutto in coincidenza di periodi quali quali vacanze e festività, di aumenti del costo del carburante. Tutto questo non fa che aumentare inevitabilmente le spese di gestione di una vettura in particolar modo per chi è abituato a spostarsi spesso per motivi di lavoro. A influire pesantemente sul prezzo però, come è noto, sono anche le accise, alcune delle quali resistono ormai da decine di anni. Il Ministro degli Interni Matteo Salvini si è però detto intenzionato (come già aveva detto in periodo di campagna elettorale) a eliminarle il prima possibile.

La promessa del Ministro

Sono trascorsi ormai poco più di due mesi dal momento dell’insediamento del nuovo governo targato Lega-Cinque Stelle, che si è detto intenzionato a muoversi in prima persona per venire incontro ai bisogni dei cittadini. Tra le mosse che il Ministro degli Interni Matteo Salvini si è detto intenzionato a introdurre in tempi brevi c’è il taglio delle accise della benzina, che gravano in maniera pesante sul costo finale del carburante.

Un’auto alle prese con il rifornimento benzina (Foto: Sicurauto)

L’obiettivo è di farlo entro l’anno” – ha detto il politico e vicepremier al termine della sua visita nella sede dell’Opera Cardinal Ferrari a Milano. Il leader della Lega ci ha tenuto a precisare quanto il provvedimento possa portare beneficio nelle casse degli italiani. Proprio per questo era già stato inserito in campagna elettorale tra le prima misure da realizzare: “La riduzione delle accise era nel programma della Lega e del centrodestra. Ora non c’è un governo monocolore ma un governo di cui sono orgoglioso. Sto lavorando veramente bene con Di Maio e gli amici dei 5 Stelle e ovviamente bisogna equilibrare le priorità, ma rimane un mio impegno quello di tagliare le accise sulla benzina che risalgono anche a 80 anni fa“.

Ora non resta che attendere per capire se il progetto sia trasformato in realtà.

 

Foto immagine in evidenza: Omni Auto