auto green bonus

Il Bonus Auto Green è un incentivo, dato agli automobilisti per l’acquisto di un’automobile a minor impatto inquinante, con o senza rottamazione del precedente veicolo.

Ieri questo bonus, importante dal punto di vista ambientale, è stato al centro del dibattito politico. Infatti, la Commissione della Camera ha discusso e approvato un emendamento, proposto dal Movimento Cinque Stelle, al decreto Milleproroghe.

La proposta pentastellata, prevedeva proprio una stretta sulle possibilità di accedere all’incentivo ecologico.

Da oggi i parametri quindi cambiano.

Bonus Auto Green: di cosa si tratta?

Si definiscono Auto Green o veicolo Green tutti i mezzi di trasporto a basso impatto ambientale, che sfruttano tecnologie ecologie o carburanti alternativi. L’incentivo statale, prevede un rimborso fino a 2500 euro per l’acquisto di un modello ecologico e la rottamazione invece di un veicolo inquinante. Invece, riceveranno solo 1500 euro tutti i conducenti, che decideranno di acquistare una nuova automobile green, senza rottamarne un vecchio modello.

Questa previsione normativa, è stata prevista fin dal dicembre 2018, quando venne inserita nella manovra. L’incentivo di grande valore ambientale resta, ma, da oggi, la possibilità di riceverlo si restringe. Difatti l’emendamento approvato prevede un abbassamento dei grammi di emissioni di biossido carbonio per chilometri previsti per ricevere l’incentivo.

Insomma, se fino a ieri l’auto che veniva acquistata col bonus doveva emettere tra i 21 e i 70 CO2 g/km, adesso si dovrà scegliere un auto che ne emetta solo tra 21 e 60 CO2 g/km. Questo cambiamento di parametri, lascia fuori molti modelli di auto, i cui acquirenti non potranno più usufruire del bonus statale.

Cambio dei parametri Bonus Auto Green, le parole del M5S

“Intervenendo sulle soglie per accedere ai bonus, imponendo un limite più basso di emissioni, orientiamo il mercato, quindi sia i produttori che i consumatori, verso l’acquisto di autovetture con impatto minore sull’ambiente”. Queste le parole del portavoce del Movimento 5 Stelle in Commissione Trasporti alla Camera, come riportato da Ansa.it.

Il Governo, si è dichiarato molto soddisfatto di una scelta fatta a favore dell’ambiente. “Siamo fieri di continuare a lavorare e ottenere risultanti importanti per ridare fiato alle nostre città e favorire la riconversione ecologica del parco di veicoli circolanti nel nostro Paese“.