cambio gomme

La primavera è ormai iniziata da qualche settimana e questo, ormai da qualche anno, è il periodo in cui gli automobilisti sono chiamati a provvedere al cambio gomme, sostituendo quelle invernali con quelle estive, in grado di affrontare al meglio l’asfalto anche quando le temperature saranno particolarmente elevate. Ma come agire in tempi di restrizione come questo in cui gli spostamenti devono essere ridotti al minimo? Le misure attualmente in vigore permettono di circolare in auto solo per esigenze primarie, come la spesa, le visite mediche e il recarsi al lavoro nelle attività autorizzate a proseguire.

Andare dal gommista per effettuare questa operazione non rientra quindi all’interno di questa casistica, ma non è necessario disperare: il termine ultimo per mettersi in regola è fissato per il 15 maggio.

Cambio gomme in tempo di Coronavirus

Il Coronavirus e le misure restrittive messe in atto dal governo per ridurre il contagio hanno certamente portato a modificare in maniera quasi radicale le abitudini di ognuno.

Anche l’approccio con la nostra auto è cambiato: non solo diventa importante sanificarla periodicamente, ma con la chiusura di molte attività sono in pochi a poterla utilizzare per gli spostamenti quotidiani.

In questo periodo era però ormai consuetudine muoversi per effettuare il passaggio dalle gomme invernali a quelle estive (gli unici a essere esentati sono quelli che utilizzano pneumatici quattro stagioni). Questa esigenza non rientrerebbe però tra i motivi che giustificano gli spostamenti: la “visita” dal gommista pare infatti non essere considerata un motivo di estrema necessità, nemmeno se in possesso dell’autocertificazione. Chi teme di andare incontro a sanzioni almeno per ora può comunque stare tranquillo. La scadenza a cui attenersi era infatti prevista per il 15 aprile, ma anche quest’anno viene concesso un mese di proroga per regolarizzarsi, quindi fino al 15 maggio.

Importante agire in sicurezza

Anche l’approccio con il gommista sarà destinato a cambiare nonostante l’allentamento parziale delle restrizioni. Assogomma ha quindi provveduto a dare le indicazioni agli operatori di settore su come agire. Il direttore di Assogomma Fabio Bertorotti ha infatti chiarito al Corriere della sera che sarà garantito in tutti i centri associati il rispetto delle norme di distanziamento sociale, con ingressi dilazionati e incontro dei clienti su appuntamento in modo da organizzare il cambio gomme in sicurezza.

Per chi non riuscirà a muoversi entro il 15 maggio è consigliabile alzare la pressione di 0,2 bar rispetto al gonfiaggio previsto per le gomme estive di pari misura. Questo renderà l’assetto dell’auto leggermente più reattivo.