patente

La patente è ovviamente il documento necessario per mettersi alla guida di un’auto. Attraverso il conseguimento della licenza di guida, infatti, si acquisiscono nozioni importanti per poter rispondere in modo tempestivo agli eventuali problemi che si possono presentare nel corso di un viaggio. Quello che noi diamo per scontato, però, evidentemente, non lo è per tutti. A dimostrarle è stato un uomo di origini indiane, fermato sabato scorso dai carabinieri a Verolanuova, in provincia di Brescia, per quello che avrebbe dovuto essere un normale controllo. Il conducente però ha rivelato di non essere a conoscenza che la patente fosse necessaria.

Una “dimenticanza” davvero insolita

In ogni Paese in cui ci si trova sono in vigore leggi spesso diverse tra loro che è bene conoscere quando si decide di trasferirsi da una Nazione diversa a quella di origine.

Pochi dubbi, però, sui documenti necessari per mettersi alla guida di un’auto: la patente è infatti indispensabile ovunque.

Non tutti però sono a conoscenza di una norma che per molti appare scontata. O, almeno, questa è la motivazione utilizzata da un cittadino di origine indiana dopo che era stato sorpreso dalle forze dell’ordine mentre era al volante, ma non in possesso della licenza di guida. L’episodio è avvenuto sabato a Verolanuova, in provincia di Brescia, mentre era in corso una normale operazione di controllo che ha coinvolto numerose auto.

La patente è indispensabile per guidare (Foto: Wikipedia)

Tutto in regola ma…

“Ho acquistato l’auto e ho l’assicurazione a mio nome – ha detto l’uomo agli agenti – nessuno mi ha mai detto che fosse necessario un apposito documento per guidare”. In base alla verifica effettuata il conducente, che si trovava alla guida di una Volkswagen Golf, non ha avuto alcun problemi a mostrare i documenti in suo possesso: ecco quindi il patentino, ma necessario solo per guidare una moto. La vettura, invece, risultava regolarmente in suo possesso, ma non c’era alcuna patente B a suo nome. La sanzione, però, è stata ovviamente inevitabile.

Carabinieri alle prese con un posto di blocco (Foto: Public Domain Pictures)