Computer

La lunga e dibattuta vicenda riguardo il caso di presunta irregolarità della Power Unit Ferrari ha generato un sentimento di diffidenza nei confronti della FIA. I 7 team che si erano schierati contro la squadra di Maranello, sono rimasti molto delusi riguardo a come si è risolta la questione. L’accordo stretto con Ferrari infatti non ha “placato gli animi”. Un’ipotesi, riportata dalla Gazzetta, è che i team a questo punto si siano chiesti: se FIA non è in grado di valutare quali squadre violano il regolamento, sarà altrettanto in grado di proteggere se stessa dalle violazioni?

Forse anche per questo motivo FIA ha istituito un form online per inviare segnalazioni di irregolarità.

La “Hotline” per salvaguardare il motorsport

Proprio 3 giorni fa FIA ha reso operativa sul sito ufficiale una piattaforma web attraverso la quale poter inviare segnalazioni di violazione. Grazie a questo strumento ogni team avrà la possibilità di denunciare una probabile irregolarità e portarla all’attenzione della FIA.

Verrà inoltre preservato l’anonimato delle segnalazioni, a meno che non sia il dichiarante stesso a voler divulgare la sua identità. Il sistema sarà inoltre attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

“Fa parte della missione di FIA salvaguardare l’integrità e la reputazione del motorsport e della mobilità automobilistica in tutto il mondo. Il nostro approccio a tolleranza zero nei confronti della cattiva condotta ci ha portato a implementare la FIA Ethics and Compliance Hotline”. Così si legge sul sito ufficiale FIA.com.

Come è composto il form?

Nel primo punto del form viene chiesto che tipo di violazione si vuole denunciare e si hanno 3 scelte: “presunte violazioni dei principi etici della FIA (tra cui la colpa finanziaria o altre violazioni legali, normative ed etiche); presunte questioni relative all’integrità sportiva e/o alla manipolazione delle competizioni; presunte violazioni delle norme antidoping della FIA”.

Negli step successivi si possono inserire i dati personali, dei quali si può scegliere se consentirne la divulgazione, e si può inoltre inviare materiale multimediale utile a fornire una possibile prova dell’eventuale violazione.

Foto in alto: Pixabay