La Ferrari FXX-K vince il Compasso d’Oro 2016

gusta

Il Compasso d’Oro è il più antico, autorevole e blasonato premio di design mondiale in ambito di disegno industriale. Giunto alla sua 24esima edizione, la giuria ha designato la Ferrari FXX K tra i 13 prodotti meritevoli di premio. L’hypercar concepita da Maranello, a detta dei giudici, incarna in pieno i principi di “creatività, originalità, tecnica ed armonia” idealmente ricercati.

I riconoscimenti. La Ferrari FXX K è stata realizzata dal Centro Stile Ferrari capeggiato da Flavio Manzoni. La vettura ha ricevuto il Compasso d’Oro per “la grande artigianalità industriale“, in grado di “rispecchiare i valori della Ferrari e del Made in Italy“.

Per quanto concerne l’automotive in risalto anche la Ducati Monster 1200 e la Vespa 946. Premi alla carriera per i famosissimi designer Ron Arad ed Ugo La Pietra.

La mostra. È ormai una tradizione che l’Associazione Disegno Industriale, responsabile e fautrice del premio Compasso d’Oro, allestisca l’esposizione dei prodotti premiati. Questa edizione 2016 non è da meno, ostentando ben 237 oggetti selezionati: è possibile consultarli dal 22 giugno a Milano, Palazzo Isimbardi, dalle ore 9 alle 0re 18 sabato e domenica esclusi. La mostra ospita, oltre all’unico modello di FXX K, anche una LaFerrari, la Pininfarina Sergio – derivata dalla 458 Spider – e la Gloria, concept car partorita dallo IED di Torino che strizza l’occhio alle curve classiche dell’Alfa Romeo e che già è stato insignita della Targa Giovani.

Excursus.

 Correva l’anno 1954 quando, da un’idea di Gio Ponti, l’Adi istituì il Compasso d’Oro per tutelare ed incentivare le realtà industriali italiani d’avanguardia. Da allora, ogni tre anni, la stessa Associazione Disegno Industriale stila una pre-selezione dal quale usciranno i nomi dei vincitori. Da quest’anno tuttavia la cadenza del premio sarà biennale, alternandosi con l’edizione internazionale ADI Compasso d’Oro International Award.

Pubblicità

Potrebbe interessarti