Più sicurezza in città: in arrivo i semafori contasecondi

semafori

Molte case automobilistiche stanno prestando un’attenzione sempre più forte nei confronti della sicurezza con l’introduzione di accessori in grado di migliorare l’esperienza di chi sale a bordo. Questo è l’obiettivo che si pensa di raggiungere anche attraverso i semafori con il contasecondi, che potrebbero essere diffusi sulle strade italiane nei prossimi mesi. Si tratta di una scelta resa possibile dalle norme previste dal Decreto del 27 aprile 2017 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e approvato lo scorso 19 dicembre.

Il countdown si arresterà a un secondo, poco prima del momento in cui scatterà il colore successivo.

Il via libera definitivo ai nuovi semafori

Ormai da qualche anno alcune città italiane hanno iniziato a sperimentare i semafori con il contasecondi, in grado quindi di effettuare il conto alla rovescia per capire quanto manca al passaggio dal verde al rosso.

Una caratteristica importante, che consente agli automobilisti di viaggiare in tutta sicurezza e di evitare frenate improvvise. Questi dispositivi, grazie a una nuova direttiva approvata dal Ministero dei Trasporti, potranno ora essere diffusi su gran parte della nostra Penisola.

Per essere regolari i nuovi semafori dovranno però possedere alcune caratteristiche specifiche. Le luci countdown dovranno essere infatti posizionate in alto, al di sopra della luce rossa fino ad un’altezza massima di 4 metri dal piano viario.

Le amministrazioni comunali potranno decidere di installare questi strumenti anche in prossimità dei sensi unici alternati temporanei istituiti in caso di cantieri stradali.

Attraversare la strada sarà più sicuro con i nuovi semafori (Foto: Omniauto)

Gli effetti positivi

Gli aspetti positivi che si pensa di ottenere attraverso questa soluzione saranno molteplici. Pedoni, ciclisti e automobilisti potranno infatti viaggiare in sicurezza. Il traffico potrà infatti diventare più scorrevole, ma allo stesso tempo potrà migliorare la qualità dell’aria.

Chi si trova al volante o in sella a una moto avrà così la possibilità di rallentare per fermarsi per tempo e non potrà quindi sentirsi sorpreso dall’arrivo improvviso del giallo, la cui durata non è sempre la stessa.

Non è finita qui: i meno esperti alla guida potranno inserire con il dovuto anticipo la prima marcia necessaria per partire. Allo scattare del rosso, invece, chi è dotato di sistema start & stop sulla propria vettura non dovrà tenere troppo a lungo il piede sul pedale della frizione.

 

Foto immagine in evidenza: ANSA

Pubblicità

Potrebbe interessarti