Ferrari

Avere una Ferrari rappresenta il sogno di molti, ma non tutti ovviamente sono in grado di farlo per le proprie possibilità economiche non paragonabili ai costi di questa meravigliosa marca. In Germania c’è chi ha però deciso di voler realizzare comunque il suo desiderio e, pazienza, se questo avrebbe richiesto un comportamento che andava al di là della regolarità: un uomo ha così finto di voler provare la supercar, una 288 Gto un tempo appartenuta al pilota Eddie Irvine (valore 2 milioni di euro), e dopo averla messa in moto si è allontanato dal concessionario di Berlino in cui si trovava.

Il ladro non è però stato ancora individuato.

Un “colpo” a sorpresa

Il motore per un vero intenditore può essere una delle spinte che può spingere chi sta pensando di acquistare una nuova vettura a scegliere un modello rispetto a un altro.

Questo non può che valere a maggior ragione per una supercar, in grado di raggiungere prestazioni da record. Una persona a Berlino, ha cercato di far leva proprio su questo aspetto per mettere in atto un modo di agire tutt’altro che regolare.

Un uomo si è infatti presentato in un concessionario della capitale tedesca manifestando il suo interesse per una Ferrari 288 Gto, una vettura d’epoca appartenuta un tempo all’ex pilota Eddie Irvine.

La Ferrari 288 GTO (Foto: Flickr)

Il proprietario ha creduto all’interesse del potenziale cliente e non ha esitato a portarlo con sé nelle vicinanze del negozio per provare il mezzo. Il gestore dell’attività ha in modo particolare prescelto l’autostrada di Nauss, dove è possibile premere facilmente sul pedale dell’acceleratore e vedere da vicino le potenzialità del veicolo. Nemmeno questo sembrava però essere servito per sconfiggere le perplessità dell’aspirante compratore.

La fuga inaspettata

Il venditore si è però mostrato totalmente accomodante nei confronti del cliente e intenzionato a fare il possibile per soddisfare le sue esigenze. Anzi, non ha esitato nemmeno ad acconsentire alla sua richiesta di mettersi al volante della Ferrari per fare un giro nelle vicinanze. Quella era però solo una scusa. L’aspirante acquirente, infatti, in breve tempo ha premuto sul pedale dell’acceleratore e si è letteralmente dileguato con la supercar. Il gestore della concessionaria non credeva ai suoi occhi, ma non ha esitato a sporgere denuncia nei confronti del ladro: la polizia si è già messa sulle sue tracce, ma al momento non è stato ancora identificato.

Il retro della Ferrari 288 GTO (Foto: Wikimedia Commons)

Foto in alto – Credits/Fonte: Wikipedia