Rossi

L’emergenza Coronavirus ha inevitabilmente modificato la nostra quotidianità e invita alla massima cautela soprattutto per le categorie considerate a rischio. Tra queste ci sono certamente gli anziani, che potrebbero essere più vulnerabili soprattutto se soffrono di altre patologie. A volte, però, anche questa idea può essere smentita dai fatti: a dimostrarlo è quanto accaduto a Italica, meglio conosciuto come Nonna Lina, una signora di Genova che è riuscita a sconfiggere il virus dopo tre settimane di degenza in ospedale alla veneranda età di 102 anni.

Ma ora ha già un altro desiderio da realizzare: conoscere uno dei campioni che ama di più, Valentino Rossi.

Una vera combattente

Nonostante lo scenario legato al Coronavirus sia ancora piuttosto triste, c’è una storia bella che ci permette di sorridere. È il caso di Nonna Lina, un’arzilla signora di 102 anni che è riuscita a sconfiggere il virus. È stata ricoverata all’ospedale San Martino per ben tre settimane, ma questo ha reso ancora più bella la vittoria.

A sottolineare la determinazione della donna è stato anche il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, che non ha mancato di contattare telefonicamente la signora: “Italica Grondonasono le parole del Governatore riportate da Motorsprint – rappresenta la speranza, un simbolo che vale per tutti noi. Mi ha ringraziato, dicendomi che è stata curata bene. Ciò mi ha dato una grande forza, è stato il fatto più positivo della giornata”.

Ora c'è un sogno da realizzare

Essere riuscita in questa impresa ha dato, se possibile, ancora più vitalità a Italica, che ha manifestato a chi la conosce bene un desiderio che vorrebbe realizzare il prima possibile.

A rivelarlo è stato il nipote: "Non so quale sia il suo segreto, quello che posso dire è che è una donna libera e indipendente. Adora Freddy Mercury e Valentino Rossi. Vorrebbe incontrarlo" - ha detto il giovane ai microfoni di Sky Sport.

Foto in alto: Facebook