Marco Masetti sul GP del Giappone: “Pecco è l’uomo che volle farsi re”

Francesco Bagnaia

Marco Masetti è uno storico giornalista del Motosport che, nel MotoG-Podcast, commenta il GP del Giappone. La gara è stata segnata dalla lotta tra Bagnaia e Quartararo e dal profondo errore di Pecco che è caduto con la sua Ducati. Una tappa piena si suspense e di dettagli rilevanti.

Marco Masetti sul GP del Giappone: “Nelle gare ha sempre ragione chi è davanti”

Marco Masetti, nel MotoG-Podcast ripreso dalla Gazzetta, parla del GP del Giappone e degli aspetti meno chiacchierati della gara: “A me ha colpito la faccia di Quartararo a fine gara, aveva un sorriso che iniziava dal padiglione auricolare destro e finiva a quello sinistro, perché con quel piazzamentuccio un po’ risicato, è il vero vincitore del GP.”

E ancora: “Guardando a quello che succedeva sul web, tutti hanno parlato dei giochi di squadra della Ducati e della lotta tra Quartararo e Bagnaia, dimenticandosi tre quarti del mondo: infatti ha vinto Miller su Binder. Jack è uno dei piloti che amo di più, il disallineato, Brad è il vero cagnaccio, un duro come solo un crossista sudamericano. E si sono dimenticati di uno che avrebbe potuto come minimo salire sul podio, che è Aleix Espargaro, vittima dell’onanismo elettronico che costringe tutti a essere collegati con un cavo alle moto, cosa che gli ha fatto buttare la gara“.

Marco Masetti parla di Bagnaia, Marquez e Bastianini: le sue dichiarazioni

Marco Masetti definisce “spettacolare, nervoso e con mille sfaccettature” il Campionato disputato in Giappone che ha messo in risalto le caratteristiche dei piloti in gioco. Il giornalista sportivo, come riporta Gazzetta, si sofferma su Pecco: “Bagnaia è l’uomo che volle farsi re, uno che sa crearsi le occasioni, ma anche quello che sente di più la pressione: spesso se la crea da solo, ma non è aiutato dai ragazzi della Ducati, soprattutto Davide Tardozzi.

Ha un peso fortissimo sulle spalle“.

Poi l’esperto di Motosport parla anche di Bastianini: “Bastianini, invece, è uno che viene dal basso ed è diventato grande. Ha un solo difetto: si è acceso solo con Bagnaia, e questo non serve né a lui né a nessuno, deve farlo anche con tutti gli altri“. Su Quartararo, invece, dichiara: “Quartararo ha portato a casa punti importanti sulla pista più terribile per la Yamaha, ma se non parte in prima fila è fritto in padella“.

Leggi anche:

Bagnaia cade a Motegi: l’errore del pilota e il suo sfogo

GP di Aragon: Marquez semina il panico in pista, Bastianini vince

Yamaha accusa Ducati per il MotoGP di Misano: “Terrorismo piscologico”

Pubblicità

Potrebbe interessarti