Jeep Wranger

Avere la possibilità di guidare un fuoristrada suscita sempre una grande emozione in tutti gli appassionati di motori che hanno la possibilità di vivere l’esperienza di salire a bordo di un veicolo che dovrebbe garantire maggiore stabilità. Queste sensazioni non sembrano però esserci, almeno ultimamente, con il Wrangler: sono in diversi, infatti, gli automobilisti, ad avere segnalato quella che viene definita “oscillazione della morte” ( in inglese death wobble): è accaduto infatti negli USA è partita così una classe action nei confronti Fiat-Chrysler da parte di alcuni proprietari che sottolineano come il problema metterebbe a rischio la sicurezza di guidatore e passeggeri.

“L’oscillazione della morte”, una grana per i possessori di Jeep

In America sono diversi gli automobilisti che hanno deciso di unire le proprie forze per intentare una class action nei confronti di Fiat-Crysler in seguito a un problema da non sottovalutare riscontrato nelle loro Jeep. I proprietari sottolineano la presenza nei loro fuoristrada di un errore di progettazione dell’avantreno che genererebbe una pericolosa oscillazione del veicolo.

La sicurezza di chi si trova a bordo potrebbe essere messa a rischio: chi si trova al volante potrebbe infatti perdere il controllo dello sterzo, in modo particolare nei fondi irregolari, terreno ideale per poter viaggiare con un Wrangler.

La posizione di FCA e la possibile soluzione 

Dover gestire una situazione di questo tipo, anche sul piano dell’immagine, non è certamente piacevole per l’azienda. FCA ha voluto sottolineare come al momento non abbia ricevuto segnalazioni di alcun tipo su incidenti che sarebbero stati provocati da questo problema.

Problema Wrangler nei fondi sconnessi

Problema Wrangler nei fondi sconnessi (Foto: Pixabay)

L’oscillazione dell’avantreno resta comunque un elemento tipico di un veicolo di questo genere, ma anzi può essere presente su tutti i fuoristrada, d’epoca e non, facenti utilizzo di un avantreno ad assale rigido. Non c’è comunque l’intenzione di stare a guardare, bensì di fare al possibile per venire in aiuto ai clienti: si lavora infatti per inserire un nuovo stabilizzatore (un ammortizzatore di sterzo) su tutte le nuove Jeep. La mossa non ha trovato particolare gradimento da parte di molti clienti. Anzi, c’è chi ha sottolineato come sia una scelta che finisce per nascondere il difetto ma non certamente per risolverlo in via definitiva.

 

Foto in alto: Wikimedia Commons