Il mondo della Formula1 si appresta a salutare una leggenda delle 4 ruote, giunta all’ultima apparizione della sua longeva carriera. Parliamo di Fernando Alonso, che correrà la sua ultima gara di F1 nel prossimo ed ultimo appuntamento stagionale di Abu Dhabi. Il due volte campione del mondo aveva preso la decisione nel mese di agosto ma ad oggi ancora nessuno sa se si tratta di un addio o di un arrivederci. Chi conosce bene il pilota spagnolo è l’imprenditore e suo ex team manager alla Renault, Flavio Briatore, da sempre grande estimatore delle doti di Alonso. I due, insieme, posero fine al dominio Schumacher-Ferrari, conquistando due incredibili titoli mondiali nel biennio 2005-2006.

Credits: Pagina Facebook Fernando Alonso

Briatore non esclude un ritorno di Alonso in F1: “Fa bene a lasciare, ma potrebbe tornare”

A legare indissolubilmente Flavio Briatore e Fernando Alonso non è solo il percorso professionale che i due hanno seguito negli anni della Renault, ma anche una profonda stima che l’imprenditore italiano non ha mai nascosto per il suo ex-pupillo, definendolo più volte uno dei migliori piloti di sempre. In un’intervista rilasciata per El Mundo e riportata da FormulaPassion, Briatore commenta la decisione di lasciare la F1 del bicampione del mondo: “Fa bene a lasciare, ma potrebbe comunque tornare in futuro ed essere competitivo, a patto di avere a disposizione una vettura che possa dare garanzie. Al 100% è in grado di tornare e vincere un mondiale. Ma il suo stop è logico, non era possibile continuare con una vettura che non può competere. Nella F1 attuale solo due vetture ti possono far vincere, la Mercedes e la Ferrari“.

Credits: Pagina Facebook Mclaren

Briatore conosce il valore di Alonso: “La Formula1 non può fare a meno di Alonso”

Il valore che Alonso ha avuto all’interno della Formula1 è sempre andato oltre il solo aspetto tecnico e sportivo, diventando negli anni un punto di riferimento dell’intero paddock. Le sue indiscusse qualità tecniche sono andate di pari passo con una popolarità sempre crescente. Il carisma dell’attuale pilota McLaren è un valore aggiunto per la F1 che dal 2019 non ci sarà più: “La F1 perde un grande, un punto di riferimento. Non ce n’è un altro uguale. Ora ci sono ragazzini che se non indossano la tuta nessuno li riconosce. La F1 ha bisogno di piloti come Alonso. Queste le parole di Briatore, che ha poi continuato a proposito del talento alcune volte sottostimato del suo ex-pilota: “Vi ricordo che ora c’è solo una squadra vincente, la Mercedes. La Ferrari non ha vinto da quando è partito Fernando. E lì stava per conquistare due titoli, Abu Dhabi 2010 era suo ma la Ferrari glielo ha fatto perdere. La Formula1 senza Alonso è come il Real Madrid senza Cristiano Ronaldo“.