Carlos Sainz

Dopo l’addio di Vettel alla Ferrari ed il suo approdo alla Racing Point/Aston Martin, Carlos Sainz sarà il nuovo pilota della Rossa, insieme a Charles Leclerc.

Lo spagnolo a fine dicembre ha già visitato Maranello e si è detto pronto a cominciare. Il team principal della scuderia, Mattia Binotto, ha sottolineato che i due piloti della Rossa partono completamente alla pari nel 2021.

Carlos Sainz ha rilasciato delle nuove dichiarazioni, sulla sua prossima sfida in Ferrari, al quotidiano spagnolo AS.

Sainz spiega perché ha scelto la Ferrari

Carlos Sainz in una recente intervista, ha ribadito che la scelta di diventare un pilota della Ferrari è stata per lui naturale: “É la Ferrari, nessuno nel paddock avrebbe fatto qualcosa di diverso. Con tutto il mio rispetto ed ammirazione per la McLaren, che è la seconda migliore squadra della storia, quando la Ferrari bussa alla porta… non ci sono dubbi“.

Il pilota ha voluto condividere anche le emozioni provate nel vedersi con i colori della Rossa: “Non avevo uno specchio, non potevo guardarmi, ma quando ho visto le foto che sono state pubblicate il giorno dopo, che non avevo visto prima, sono rimasto molto colpito“.

Sainz è soddisfatto dei suoi progressi nel mondo della Formula Uno e di essere stato un pilota della McLaren: “Sono le due migliori squadre della storia e quando passi dall’una all’altra significa che stai facendo qualcosa di giusto in Formula 1“.

I propositi di Sainz per il 2021

Carlos Sainz ha rilasciato delle dichiarazioni su come affronterà il suo approdo alla Rossa. Il pilota è convinto di poter fare bene: “Se ho potuto creare una buona squadra, generare buone dinamiche alla McLaren, perché non farlo alla Ferrari? Posso farlo… Mi piace Mattia e mi piace quello che vedo, quello di cui abbiamo parlato. Non ci sono state esitazioni quando si è trattato di firmare il contratto“. Ed ancora: “Nella mia testa non c’è possibilità che un ambiente e una situazione simile non possano essere generati. Se ho potuto alla McLaren, posso alla Ferrari“.

Il pilota della Ferrari è pronto a mettere le sue competenze in campo per superare la crisi della scuderia: “Una volta dentro, devo analizzare la situazione e poi contribuire con la mia conoscenza e il mio modo di fare le cose. Una squadra è composta da mille persone ed il pilota non può che mettere talento, velocità e la direzione in cui deve andare lo sviluppo della squadra. Ma se l’auto è veloce non dipende solo dal guidatore“.

Leggi anche:

Vettel saluta la Ferrari in modo originale

Sainz in visita a Maranello per la prima volta

Carlos Sainz è il nuovo pilota della Rossa del 2021

Foto in alto: Instagram Carlos Sainz