Juan Manuel Correa

A una settimana di distanza dal tragico incidente di Formula 2 nel quale ha perso la vita Anthoine Hubert, la famiglia dell’altro pilota coinvolto nello schianto, Juan Manuel Correa, ha diramato una lettera in cui sono stati divulgati gli aggiornamenti sulle sue condizioni di salute, attualmente ricoverato in una clinica specializzata di Londra.

Il bollettino

Per prima cosa” si legge nel comunicato stampa, “a nome di nostro figlio vogliamo ringraziare tutti per il sostegno dimostrato e per i tanti messaggi che abbiamo ricevuto in questi giorni, non solo da persone appartenenti al mondo del motorsport. Siamo sicuri che Juan Manuel potrà presto leggerli, uno ad uno.

Purtroppo sono emerse nuove complicazioni, al suo arrivo a Londra gli è stata diagnosticata una sindrome di stress respiratorio considerata comune dopo forti impatti come quello che ha avuto lui nell’incidente, e questa lesione ha causato un’insufficienza respiratoria acuta. Ricoverato in terapia intensiva, nostro figlio in questo momento è in stato di coma indotto e sotto il supporto dell’ECMO, le sue condizioni sono critiche ma stabili“.

Un pensiero per Anthoine

Siamo fiduciosi che nostro figlio ci possa stupire ancora” continua, “lottando con forza di volontà per riuscire a riprendersi. Cogliamo anche l’occasione per porgere le nostre condoglianze alla famiglia Hubert, i nostri cuori sono spezzati, possiamo solo immaginare cosa significhi provare un dolore del genere“.

Da Liegi a Londra

Correa, insomma, dopo aver subito numerose operazioni agli arti inferiori e alla spina dorsale nell’ospedale di Liegi, è stato stabilizzato in stato di coma indotto nella clinica di Londra, una struttura specializzata che potrà fornirgli le migliore cure. Nonostante sia fuori pericolo di vita, però, il mondo del Motorsport continua ad esser preoccupato per le sorti di uno dei suoi alfieri più brillanti.