Kubica

L’avventura di Robert Kubica in Formula Uno può continuare: archiviata la sua esperienza con la Williams che gli ha permesso di riprendere contatto con un mondo in cui mancava ormai da diversi anni, è infatti riuscito a trovare l’accordo con l’Alfa Romeo dove avrà un ruolo non solo di terzo pilota, ma anche di collaudatore. Il suo arrivo porta inoltre anche a un cambio di nome della scuderia, che diventa infatti Alfa Romeo Racing Orlen.

Il merito della nuova denominazione può essere considerato proprio suo, infatti l’azienda petrolifera, la PKN Orlen, rappresenta un suo sponsor.

Robert Kubica ll’Alfa Romeo Racing Orlen

La stagione di Formula Uno che ci siamo da poco lasciati alle spalle evidenzia quanto sia fondamentale saper contare su un pilota di esperienza per poter primeggiare. Una caratteristica che non manca di certo a Lewis Hamilton, che ha confermato il suo titolo di campione del mondo con la Mercedes.

Nasce proprio con questo obiettivo la strada intrapresa dall’Alfa Romeo Racing Orlen, che ha deciso di puntare su Robert Kubica nelle vesti di terzo pilota.

Il polacco, che ha da poco compiuto 35 anni, desiderava potersi mettere ancora alla prova dopo quanto fatto alla Williams e non può quindi che essere felice di poter supportare Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, che si sono guadagnati la conferma. In base a quanto rivelato dalla Tv polacca TVP Sport, Kubica non avrà solo il compito di sostituire i due colleghi in caso di necessità, ma potrà fornire anche supporto alla scuderia, oltre a prendere parte ad alcune sessioni di prove libere nel corso della stagione. L’accordo raggiunto tra le parti è valido per la stagione che partirà tra poche settimane, ma non è escluso che, in caso di reciproca soddisfazione, si possa optare per un rinnovo.

Un ambiente che Robert conosce bene

Non si tratta comunque di una prima volta assoluta per Robert Kubica alla guida di un’Alfa Romeo. Il polacco, infatti, aveva già fatto parte della scuderia italiana nella prima fase della sua carriera, mentre ora grazie all’esperienza accumulata potrà dare un ulteriore e importante contributo.

Particolarmente felice della scelta fatta è Frederic Vasseur, Ceo e team principal della Sauber Motorsport AG: “Siamo felici di riaccogliere Robert a casa e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con lui – sono le parole del dirigente riportate da La Gazzetta dello Sport -. È un pilota che non ha bisogno di presentazioni: è uno dei più brillanti della sua generazione e ha mostrato cosa significa determinazione lottando per tornare a correre dopo l’incidente. Il suo feedback sarà inestimabile mentre continueremo a lavorare per portare la macchina più in là nella griglia di partenza”.

Foto: Twitter Robert Kubica