f1

La FIA, la Formula 1 e i team hanno preso all’unanimità la decisione di non applicare il regolamento tecnico 2021 l’anno prossimo e di renderlo operativo dall’anno 2022. Questa decisione permetterà ai team di usare le monoposto a effetto suolo a partire dal 2022, una scelta che tutela dal punto di vista finanziario tutte le Scuderie, dopo che la drammatica diffusione del Coronavirus ha di fatto sconvolto il calendario di questa stagione.

Il regolamento 2021 non si applicherà il prossimo anno

A comunicare la decisione è stata la FIA attraverso un comunicato stampa. Queste le parole che vi si leggono: “A seguito di un accordo unanime tra la FIA, la Formula 1 e tutti i team, l’attuazione del Regolamento tecnico che sarebbe entrata in vigore a partire dalla stagione 2021 sarà rinviata al 2022“.

Restano aperte le discussioni su come verrà affrontata la situazione di emergenza che si è creata a causa del Coronavirus: “Tutte le parti hanno inoltre discusso dell’attuale situazione del campionato 2020 e di come lo sport reagirà alle sfide in corso causate dalla pandemia di COVID-19“.

Per fare in modo che i team non soffrano i contraccolpi economici di questa situazione difficile “è stato convenuto che i team utilizzeranno il loro telaio 2020 per il 2021, con il potenziale congelamento di ulteriori componenti da discutere a tempo debito“. Dal punto di vista economico invece “l’introduzione e l’attuazione dei regolamenti finanziari proseguiranno come previsto nel 2021“.

Risparmiare e rielaborare il calendario

È sempre in corso il confronto tra team, Federazione e Formula Uno, in merito al calendario di questa stagione: “Tutti i team hanno espresso il loro sostegno alla FIA e alla Formula 1 nei loro sforzi in corso per ristrutturare il calendario 2020 man mano che si sviluppa la situazione globale relativa a COVID-19“. Per quanto riguarda l’aspetto finanziario, i team, la Formula Uno e la FIA starebbero cercando di capire come tagliare i costi: “Permangono discussioni tra la FIA, la Formula 1 e tutti i team su ulteriori modi per realizzare significativi risparmi sui costi“.