Primo Piano Sergio Perez

Dopo essere risultato positivo al Coronavirus in due occasioni, Sergio Perez può finalmente tornare sulla monoposto a Montmelò, nel GP di Spagna del prossimo weekend. Il pilota Racing Point era stato messo in quarantena dopo il primo tampone positivo a fine luglio ed è rimasto in isolamento da allora, dovendo saltare i GP di Silverstone, sostituito dal pilota tedesco Nico Hulkenberg in entrambe occasioni.

Ritorno in pista immediato

Siccome lo stato fisico del pilota era buono, nonostante la diagnosi confermata con ben due tamponi, dopo essere risultato negativo all’ultimo test potrà tornare immediatamente a gareggiare.

Nella giornata di ieri, Checo ha dichiarato di essere pronto al 100% per tornare al paddock, sempre che i test risultassero negativi. Oggi la Racing Point ha confermato l’esito dei tamponi a cui sottopongo a tutti i piloti prima di ogni gara e, fortunatamente, quello del messicano è finalmente venuto negativo.

Per questo motivo, la FIA ha dato il via libera alla partecipazione del messicano al GP di Spagna.

Perez: “È stata dura guardare le gare da fuori”

Secondo la FIA, Sergio non nascondeva la sua frustrazione per dover stare fuori a guardare mentre gli altri correvano: “Decisamente mi mancava correre ed è stato duro guardare da fuori. Non vedo l’ora di tornare in pista, speriamo questo weekend”.

Grazie al fatto di non aver avuto sintomi severi di Covid-19, il messicano è stato in grado di mantenersi in forma per un ritorno immediato al paddock. La sua buona condizione fisica gli ha permesso di continuare ad allenarsi nonostante la situazione di isolamento, perciò non avrà bisogno di convalescenza o terapia di riabilitazione.

Per quanto riguarda il suo sostituto, Nico Hulkenberg, secondo il sito web della FIA rimarrebbe come riserva per eventuali ulteriori sostituzioni. Nel frattempo, come riportato ieri, il pilota tedesco continua a parlare con almeno due scuderie che sarebbero interessate a farlo tornare in pista nel 2021.

Foto in alto: Instagram Sergio Perez