Mclaren

L’effetto domino del caso di Coronavirus in casa McLaren ha portato dapprima all’annullamento del Gp di d’Australia e adesso al rinvio delle prime due gare del campionato 2020, inizialmente previste per il 22 marzo e il 5 aprile. Gp di Bahrain e Vietnam sono stati posticipati. Decisione sofferta che si è resa comunque necessaria per far fronte alla ormai conclamata pandemia di Coronavirus. Proprio oggi la FIA ha dato questa ufficialità.

Il comunicato ufficiale della FIA

Nel comunicato ufficiale della FIA si legge: “A causa della continua diffusione del COVID-19 e dopo continue discussioni tra la FIA, il Bahrain International Circuit, il Bahrain Motor Federation, il Hanoi People’s Committee, il Vietnamese Motorsports Association e il Vietnam Grand Prix Corporation è stata presa la decisione in accordo con tutte le parti di posporre entrambe le gare che si sarebbero dovute tenere rispettivamente tra il 20 e il 22 marzo in Bahrain e tra il 3 e il 5 aprile in Vietnam”.

In seguito si afferma: Formula 1 e FIA continueranno a lavorare a stretto contatto con i promotori della gara in Bahrain e Vietnam e le autorità locali per monitorare la situazione e prendersi il dovuto tempo per studiare la fattibilità di potenziali date alternative per ogni Gran Premio se la situazione dovesse migliorare nel corso dell’anno. Di conseguenza Formula 1 e FIA si aspettano di iniziare il campionato in Europa l’1 di maggio ma, a causa del recente picco di casi di COVID-19 in Europa, questo verrà regolarmente rivisto.”

Le parole del CEO di Formula 1

Nel comunicato Chase Carey dice: La situazione globale relativa a COVID-19 è instabile e molto difficile da prevedere ed è giusto prendere tempo per valutare la situazione e prendere le giuste decisioni. Stiamo prendendo questa decisione con la FIA e i nostri promotori per garantire la sicurezza di tutti i soggetti coinvolti nella Formula 1 e dei nostri fan.”

Foto in alto: Pixabay