qualifiche gp stiria

La stagione di Formula 2020 giunge al suo secondo weekend di gara ma le nuvole nere non sono scomparse. Un nubifragio si è abbattuto sul circuito austriaco del Red Bull Ring, cancellando le terze prove libere e ritardando di 45 minuti le qualifiche.

Si corre di nuovo a Spielberg per il Gran Premio di Stiria, seconda tappa del nuovo calendario, aggiornato da poco con l’inserimento del circuito del Mugello e del Gran Premio di Russia.

Spettacolo Hamilton che conquista la sua pole position n.89, incalzato fino alla fine da Verstappen e Bottas. La Ferrari resta in crisi nera.

Hamilton è di nuovo in pole position

Tanto traffico nel Q1: le condizioni estremamente variabili del meteo hanno reso i piloti impazienti di segnare il loro miglior crono. Nel caos del diluvio, Hamilton ha inizialmente accusato dei problemi di visibilità prima di uscire allo scoperto e dar nuovamente sfoggio della sua grandiosa abilità di guida sul bagnato.

Il compagno Bottas non si lascia impressionare, tenendo testa al Campione del Mondo in carica.

I due inscenano una spettacolare lotta all’ultimo decimo per la pole position, in cui si inserisce anche Verstappen. Alla fine il campione del mondo fa valere la sua supremazia e si prende il primo posto, seguito da Vestappen ed un sorprendente Sainz. Bottas si qualifica solo quarto, a sorpresa il quinto posto è di Ocon.

Sono grato che ci sia stata questa pioggia, a me piace sempre“, ha commentato super Lewis Hamilton.

Ferrari sempre nel tunnel

Piove sul bagnato per quanto riguarda il Cavallino Rampante. Dopo il sorprendente secondo posto di Leclerc nel Gp d’Austria, le qualifiche del Gp di Stiria non sono fortunate per la rossa.

Delude la prestazione di Charles Leclerc, che non raggiunge il Q3, mentre Vettel ci arriva sul filo del rasosio. “Non siamo abbastanza veloci per adesso” ammette il monegasco.

Alla fine il tedesco di qualifica solo decimo: “Abbiamo avute diverse difficoltà… al momento non siamo contenti della nostra condizione“.

La Racing Point non arriva al Q3

Ma il cielo non è sereno anche per un’altra scuderia. A sorpresa Perez con la sua Racing Point non riesce a superare nemmeno il Q1. Un risultato inaspettato viste la brillante prestazione nelle prove libere, in cui il suo era il terzo miglior tempo.

Il compagno di scuderia, Stroll, lo segue a ruota lasciando le qualifiche prima del Q3. La rivelazione 2020 Racing Point dovrà evidentemente spingere molto domani.

Twitter ufficiale Formula Uno

Foto in alto Twitter ufficiale Formula Uno