hamilton campione

La stagione di Formula Uno volge al termine ma ha già decretato il suo verdetto più importante: a laurearsi campione del mondo è stato Lewis Hamilton, al suo sesto sigillo in carriera. Poche novità anche per il titolo costruttori, conquistato ancora una volta dalla Mercedes, che domina in modo ininterrotto ormai dal 2014. Non si prevedono grandi novità per entrambe in vista della prossima annata, che vedrà ancora il britannico nelle vesti di pilota di punta delle Frecce d’Argento, ma non si può escludere di poter vederlo più avanti in un’altra scuderia, magari proprio alla Ferrari.

Quale futuro per Lewis?

Lewis Hamilton è ormai da tempo una colonna portante della Mercedes. Un binomio che sembra quasi inscindibile e che ha permesso ad entrambi di scrivere pagine importanti nella storia della Formula Uno. Per il britannico è stato il sesto titolo in carriera, il quinto in sette anni alla guida di una monoposto della scuderia tedesca. E i numeri potrebbero crescere ulteriormente: le Frecce d’Argento si sono infatti confermate anche in questa annata la scuderia più forte, nonostante i tentativi degli avversari di provare ad arginare il dominio.

Il campione del mondo ha ancora un anno di contratto con il team Mercedes ne approfitterà certamente per accrescere ulteriormente il suo palmares. Un proseguimento del rapporto tra le parti potrebbe essere deciso nei prossimi mesi, ma non si può allo stesso tempo escludere che il campione del mondo possa decidere di provare a tentare una nuova sfida con se stesso altrove. Un’occasione per dimostrare ulteriormente il suo talento e di vincere anche con una vettura che, almeno sulla carta, non è la più forte.

Il fascino della Ferrari

Già in passato a più riprese Hamilton ha confessato una particolare ammirazione nei confronti della Ferrari, un team che ha da sempre un grande fascino per ogni appassionato di motori. L’idea di essere scelto dalla scuderia di Maranello per molti è vissuta come un coronamento della propria carriera.

Pur non conoscendo nel dettaglio cosa voglia fare nel futuro, Toto Wolff, team principal della Mercedes, non nasconde l’ammirazione del campione del mondo per il “Cavallino”. “È naturale che un pilota sogni sempre la Ferrari, la marca più importante in Formula 1. Il tifo, il rosso. È come un sole in Formula 1” – ha detto il dirigente ai microfoni di Sky Sport.

Nonostante i tanti successi ottenuti, la voglia di vincere del britannico è la stessa e la possibilità di misurarsi con una scuderia che non vince ormai dal 2007 potrebbe essere un’occasione da sfruttare: “Lui ha bisogno di vincere. Di essere con una squadra e gente che ama lavorare. Per tutto questo l’emozione e il cuore oggi sono sicuramente con la Mercedes. Ma c’è questo sogno che può essere possibile con la Ferrari, ma noi speriamo di avere i due piloti più competitivi in F1. E lui oggi è la nostra priorità. Ma se parte, se vuole partire dobbiamo guardare al mercato. E ci sono altri che mi piacciono“.

Foto in alto: Twitter