hamilton-premiato-fia

Come ogni anno si è svolta la cerimonia di premiazione di fine stagione di Formula Uno, organizzata dalla FIA. Viste le eccezionali condizioni, dovute alla pandemia da Covid-19, i premi sono stati assegnati attraverso una celebrazione svolta in modalità video conferenza.

Hamilton è stato premiato dalla FIA, sia per le prodezze sportive, che per il suo impegno sociale. Il campione ha ricevuto anche un premio in condivisione con Michael Schumacher.

Il Kaiser è stato premiato per le tante vittorie, ma anche per l’impegno dell’associazione da lui ispirata, la Keep Fighting Foundation. Il figlio Mick è stato premiato, invece, per la vittoria della stagione 2020 di Formula 2.

Hamilton premiato dalla FIA: personalità dell’anno 2020

Hamilton è stato premiato dalla FIA con tre diversi premi, tra questi, il riconoscimento come Personalità dell’anno 2020, come si legge sul sito ufficiale dell’organizzazione: “I successi del britannico nel corso della sua carriera e negli ultimi sei mesi lo hanno reso la più grande star della Formula 1 e delle corse automobilistiche.

Tuttavia, non sono solo i suoi exploit in pista che gli hanno valso il premio Personalità dell’anno“. Infatti la FIA ha voluto premiare anche l’impegno sociale del campione: “Lewis è stato in prima linea in diverse campagne la <<FIA e Formula One’s End Racism>> e <<WeRaceAsOne>>, promuovendo la diversità nello sport automobilistico“.

Proprio per queste sue lotte, Hamilton ha vinto un altro premio speciale: “Uno dei tre FIA ??President Awards. Il premio riconosce risultati eccezionali, coraggio e sportività, di fronte alle avversità. Rende inoltre omaggio alle persone che hanno un impatto sullo sport automobilistico e a coloro che contribuiscono a un mondo migliore“.

Inoltre, Hamilton ha ricevuto anche il premio dell’Automobile Club d’Italia (ACI) per essere stato il migliore pilota nei tre Gran Premi italiani di Formula 1, organizzati in questa stagione.

Le dichiarazioni di Hamilton sulla premiazione

Hamilton, premiato dalla Fia con tre differenti onorificenze, ha rilasciato delle dichiarazioni: “È un vero privilegio avere l’opportunità di raggiungere questo traguardo. Non ho mai pensato, nemmeno nei miei sogni più sfrenati, che sarei stato qui come sette volte campione del mondo“.

Il campione ha raccontato anche il lavoro svolto dalla Commissione che porta il suo nome: “La Commissione Hamilton si occupa di abbattere le barriere, creare opportunità ed aprire più porte a tutti. Spero davvero che, insieme alla FIA e alla Formula 1, possiamo andare avanti in questa direzione“.

hamilton-premiato-fia
Instagram Hamilton

Un premio anche per Schumacher

Hamilton è stato premiato dalla Fia, ma anche Michael Schumacher: “Insieme a Michael Schumacher, i due sono stati onorati congiuntamente in riconoscimento del loro risultato comune nella vittoria di sette Campionati del Mondo FIA di Formula 1 e dell’ispirazione che i loro impegni sportivi e personali hanno portato nel mondo“.

Il Kaiser è stato premiato anche per essere fonte d’ispirazione di un’associazione benefica: “Michael è l’ispirazione dietro la Keep Fighting Foundation, creata dalla famiglia Schumacher per promuovere lo spirito di perseveranza, di cui è sinonimo. Recentemente, la Keep Fighting Foundation è diventata la prima organizzazione a donare 5.000 caschi per la campagna FIA Affordable and Safe Helmet“.

Il presidente Todt ha dichiarato a riguardo: “Michael e Lewis sono campioni ma anche esseri umani incredibili. Michael era sempre pronto a sostenere qualsiasi tipo di azione a beneficio della società, ad esempio il suo lavoro sulla sicurezza stradale…. Avere persone come Michael e Lewis con cui impegnarsi ed educare i giovani è essenziale“.

La moglie del campione, Corinna, ha ricevuto il premio in suo nome: “Michael ha sempre avuto un grande cuore nel fare qualcosa per le persone bisognose. Con la Keep Fighting Foundation, vogliamo continuare il lavoro che ha iniziato“.

Un premio per Mick Schumacher

Hamilton è stato premiato dalla Fia per le sue vittoria in Formula Uno e Mick Schumacher per i successi ottenuti in Formula 2: “Sto solo cercando di capire cosa è realmente accaduto quest’anno e quanto sono arrivato lontano nella mia carriera. È stato fantastico essere con il team Haas F1 ad Abu Dhabi e vedere come lavorano. È stato anche utile passare del tempo con loro al test per i giovani piloti“.

Mick è già pronto a cominciare la sua avventura in Formula Uno: “Ho imparato moltissimo su come guidare la F1, in particolare sulle lunghe distanze. Non vedo l’ora che inizi la prima gara ora e non vedo l’ora di saltare di nuovo in macchina“.

Foto in alto: Shutterstock