Jean Todt incorona Leclerc: "Rappresenta il futuro della Ferrari"

A poche settimane dalla fine della stagione il bilancio della Ferrari non può essere positivo: le aspettative della scuderia, che puntava a mettere in difficoltà la Mercedes, nella lotta per il titolo, si sono presto scontrate con una realtà che si è rivelata piuttosto amara. Si è dovuti arrivare fino a Spa per poter festeggiare la prima vittoria della Rossa, bissata solo una settimana dopo proprio a Monza, il “regno del Cavallino”. A salire sul gradino più alto del podio, a sorpresa, non è stato però Sebastian Vettel, ma Charles Leclerc, che già nelle gare precedenti aveva dato prova del suo talento.

A scommettere sul monegasco ora è qualcuno che sa bene quali caratteristiche si debbano avere per affermarsi in Formula Uno: Jean Todt.

Il giudizio di un intenditore

I complimenti nei confronti del numero sedici ferrarista non sono mai mancati, ma questa volta a esprimere apprezzamento nei suoi confronti è uno che di campioni se ne intende, grazie al rapporto di stima e amicizia stretto con Michael Schumacher: Jean Todt.

Le parole del presidente della FIA sono davvero importanti: “Charles è forte mentalmente – riporta Motorionline -. Ha la stoffa di un grande campione e in lui, per certi verso, ho rivisto il modo in cui Schumacher guidava la sua squadra. Rappresenta il futuro della Ferrari e della Formula 1”. Chissà che non possa essere proprio lui a riportare a Maranello un titolo che manca ormai da troppo tempo.

Un giovane senza timori

Correre in Formula Uno quando si è ancora giovanissimi e per di più in una scuderia storica come la Ferrari non è mai semplice, soprattutto se si deve condividere il box con uno che in passato ha saputo vincere come Sebastian Vettel. Charles Leclerc ha però dimostrato come questo sia effettivamente possibile e, anzi, più volte in pista ha messo in mostra di non temere il confronto con colleghi ben più affermati.

La determinazione del monegasco è stata poi premiata con due vittorie consecutive su piste a cui la scuderia di Maranello è da sempre affezionata: Spa, in Belgio, e Monza. Il ragazzo non ama accontentarsi, ma anzi vorrebbe ripetersi, magari già domenica in una pista non semplice come quella di Singapore, ma certamente quanto fatto in questa annata potrà essere importante anche per le prossime annata.

 

Foto in alto: Jean Todt (Twitter) – Leclerc (Instagram)