SF90 Vettel

La Formula Uno è uno degli ambienti sportivi più legati alla tradizione, ma che non disdegna di rinnovarsi periodicamente. Ne è l’emblema la decisione di introdurre una nuova tappa a partire dalla prossima stagione: il Circus disputerà infatti per la prima volta una gara nel Sud-est asiatico, ad Hanoi, in Vietnam. I lavori per portare a termine il circuito sono iniziati proprio in questi giorni: presente anche il presidente della FIA, Jean Todt.

Il calendario del Circus si rinnova

A partire dal 2020 i protagonisti della Formula Uno avranno la possibilità di mettersi alla prova in una località decisamente nuova: Hanoi, in Vietnam.

Qui sarà allestito un circuito lungo 5,5 chilometri al di fuori della capitale vietnamita, che porterà i piloti a compiere 62 giri. In base a quanto trapela dagli organizzatori, si pensa di realizzare una pista in un ambiente rurale con un segmento urbano, simile a quanto accade già a Singapore, Monaco e Baku. Se le tempistiche dovessero essere regolarmente rispettate, tutto dovrebbe essere pronto entro aprile 2020.

Il rendering del circuito in Vietnam (Foto: Formula Uno)

Una presenza importante

Jean Todt, attuale presidente della FIA, non ha voluto mancare nel momento in cui sono stati inaugurati i lavori per la realizzazione del circuito. Una conferma di come la Federazione tenga in modo particolare a poter avere in calendario una location così particolare: l’auspicio è che l’interesse nei confronti del motorsport possa aumentare in quella zona.

Jean Todt in Qatar (Foto: Twitter)

È fantastico per lo sviluppo del motorsport in Vietnam e nella regione – ha detto il dirigente nel corso della cerimonia -. Spero davvero che presto qui ci saranno anche le strutture per ospitare altre gare. Avere giovani dotati di passione per gli sport motoristici, ecco perché penso che sia molto importante coinvolgere rapidamente anche nuove categorie“.

Todt ha inoltre un altro augurio, ovvero las peranza che l’arrivo della Formila Uno possa servire a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla sicurezza del traffico, oltre a diminuire gli incidenti.

 

Foto immagine in evidenza: Twitter